Articoli con tag cuvee

Champagne Brut La Cuvée Laurent Perrier

Per riprendere a parlare di bollicine e non di provinciali bollicinari Un amico, che mi conosce da svariati anni, mi ha scritto poco fa. Mi ha detto: “Franco, abbiamo capito che ce l’hai di brutto con una zona spumantistica lombarda che non è l’Oltrepò Pavese. Abbiamo capito che devono averti veramente fatto qualche grossa carognata […]

2 commenti Leggi tutto

Franciacorta Pas Dosé millesimato 2011 Castello di Gussago La Santissima

Mi accorgo, consultando gli archivi di quasi cinque anni di vita di questo blog, che inspiegabilmente, senza alcun motivo, non ho mai scritto dei Franciacorta di questa cantina posta nella zona est della denominazione, diciamo l’area che ha Gussago come punto di riferimento. Una zona, il lembo orientale della Docg, che per anni è stata […]

3 commenti Leggi tutto

Metodo classico Pas Dosé Zero 2009 Bellaguardia

Attenzione amici miei, con il vino di scena oggi ci troviamo in Lessinia, nella zona di produzione del Lessini Durello posta sulle colline tra Verona e Vicenza, dove sono coltivati a uva Durella 366 ettari sulle colline veronesi e 107 ettari su quelle vicentine, con 428 viticoltori e 22 aziende, 14 delle quali aderenti al […]

8 commenti Leggi tutto

Eliseo Bisol Cuvée del Fondatore 2002 Bisol

Non spiccano certo per fantasia i produttori di “bollicine”, metodo classico e non, italiane. Spesso, volendo rendere omaggio alle persone che hanno dato vita o conferito un’impronta forte alle aziende che hanno ideato e fatto crescere, e volendo dedicare loro un vino che reputano particolarmente importante, finiscono inevitabilmente, manco non sapessero di ripercorrere cammini già […]

Lascia un commento Leggi tutto

Oltrepò Pavese Pinot nero Cuvée della Casa Cantine Montagna

Cogliendo l’occasione di questa bella serata dedicata alla presentazione e degustazione di un gruppo di Soave sono tornato in Oltrepò Pavese e, visto che l’iniziativa organizzata dall’Onav si svolgeva presso le Cantine Montagna di Broni ho approfittato per portarmi avanti rispetto alla degustazione alla cieca di metodo classico e Moscato oltrepadani, che la mattina di […]

2 commenti Leggi tutto

Degli sparkling wines neozelandesi

New Zealand wine tour by Giuseppina Andreacchio  Da Down Under la bravissima inviata speciale di Vino al vino from New Zealand Giuseppina Andreacchio, dopo averci raccontato l’avventura di una vendemmia, la 2013, che da noi è ancora dannatamente lontana, ci regala l’esperienza di una serie di wine tour tra alcune delle aziende più interessanti di […]

1 commento Leggi tutto

Trento Doc Maso Martis Brut 2008 e Brut Riserva 2005 Maso Martis

L’universo del Trento Doc, la denominazione relativa ai metodo classico prodotti in provincia di Trento, pur essendo in larga parte dominata da un unico soggetto che da solo comprende oltre il cinquanta per cento della produzione complessiva, e da alcuni soggetti, soprattutto cantine cooperative, che producono qualche centinaio di migliaia di pezzi, è fortunatamente animato […]

1 commento Leggi tutto

In Champagne per il popolo della notte nasce la cuvée marketing

Cose del genere ero pronto a scommettere potessero succedere solo in Italia dove il potere dei creativi pubblicitari nel mondo del vino è sempre notevole. E fa spesso danni. Invece, come ho potuto leggere sul blog transalpino Champagne un monde de bulles, anche in Francia, e nel mondo dello Champagne, può accadere, com’è accaduto, che […]

Lascia un commento Leggi tutto

Champagne Brut Rosé H. Goutorbe

Mi capita a volte, romantico, idealista (a Milano direbbero un po’ “pirla”) come sono di sognare un mondo del vino italiano positivamente contagiato da quello che, almeno secondo per me (che per di più mi dichiaro tradizionalista), è il mondo del vino ideale, quello francese. Meritocratico e anti-egualitario come sono sogno un mondo dove volendo […]

1 commento Leggi tutto

Franciacorta Brut Rosé 2007 Ferghettina

Va forse letta come una sorta di esuberanza giovanile, dovuta appunto alla recente storia e alla giovane età di questa zona, che pure in solo mezzo secolo ha raggiunto risultati davvero straordinari, e magari ad un filo di entusiasmo, che a volte porta ad esagerare, la tendenza di un numero crescente di aziende franciacortine a […]

1 commento Leggi tutto

Franciacorta Rosé Barboglio De’ Gaioncelli

Quando si traccia una storia della Franciacorta, accanto ai soliti nomi ci si dimentica spesso di citare una famiglia e un’azienda la cui presenza in zona risale a secolo orsono e che almeno dal 1875 opera nel settore vitivinicolo. Sto parlando dei Barboglio de Gaioncelli, che hanno origini antichissime, con il capostipite, tale Alghisio de […]

Lascia un commento Leggi tutto

Franciacorta Cuvée Speciale Nelson Cenci La Boscaiola

Appare ormai chiaro a chiunque, i vini del resto parlano chiaro, che i Franciacorta che vengono dalla zona del Monte Orfano siano dotati di un carattere del tutto speciale. Del resto, a differenza da altre zone della Franciacorta, che sono di origine morenica, questo territorio, il più antico della zona, è composto di ciottoli argilla […]

1 commento Leggi tutto

Champagne Brut Rosé Cuvée Paradis Alfred Gratien

Confesso che mi é venuto uno strano e divertente pensiero mentre degustavo, sempre più ammirato dall’eccellente qualità, questo straordinario Champagne rosé. No, non pensavo che qualcosa di simile prodotto in Italia non l’avevo mai assaggiato e chissà se potrò mai assaggiarlo, ma un po’ maliziosamente mi chiedevo se uno Champagne del genere non potesse essere […]

2 commenti Leggi tutto

Colonnara Cuvée Tradition

Ho da tempo in arretrato il completamento di un discorso sulle bollicine Charmat e metodo classico, prodotte rispettivamente dal 1970 e dal 1980 dalla Colonnara viticoltori in Cupramontana – guardate qui il nuovo sito Internet – cantina marchigiana fondata nel 1959 per iniziativa di 19 agricoltori, e oggi forte di 110 soci che controllano 120 […]

2 commenti Leggi tutto

Sparkling wines: United States tra tentazione dell’autarchia e voglia di spendere poco

Voglio dedicare questo corsivo a quegli amici responsabili o protagonisti nelle più importanti denominazioni d’origine del metodo classico italiano che si sono messi in testa “un’idea meravigliosa” (e a mio avviso di difficile realizzazione): fare degli Stati Uniti un mercato reale e non virtuale com’è attualmente (da quattro bottiglie in croce piazzate simbolicamente in ristoranti […]

5 commenti Leggi tutto