Prosecco a Vienna per una buona causa

Le bollicine venete ospiti venerdì al Wiener Rotkreuz Ball

Continuo a non essere ascrivibile al club, sempre più numeroso (la stampa italiana ama sempre salire sul carro dei vincitori e plaudire ricchi e potenti, nonché potenziali fornitori di pubblicità ben pagata…) dei giornalisti del vino italiani dichiaratamente (e in qualche caso spudoratamente) filo prosecchisti. Continuo a guardare al Prosecco (Doc e Docg) come ad una spettacolare case history di imprenditorialità che abilmente ha raccolto tutte le occasioni offertele da questo momento di crisi, economica, ma anche del gusto e del buon gusto, e a registrare la difficoltà di mettere il mio palato in sintonia con le caratteristiche del popolare spumante veneto furlan.

Però quando il Prosecco, e devo togliere tanto di cappello al Consorzio Prosecco Doc che di iniziative una ne fa e cento ne pensa, e spesso valide, fa una cosa intelligente, non sottolinearlo sarebbe stupido.

Ecco perché pubblico volentieri il comunicato stampa (inviato dalla sempre bravissima Albina Podda) relativo ad un’iniziativa che Prosecco Doc ha deciso di sostenere in un posto speciale come Vienna. Prosit, Zum Wohl!

Comunicato stampa

Valzer viennese e bollicine italiane danzano insieme
Al Ballo della Croce Rossa di Vienna, Prosecco Doc e solidarietà  

Treviso, 13 novembre 2017. Il Consorzio Prosecco Doc ancora una volta scende in campo per la solidarietà. Succederà il prossimo 17 novembre nelle magnifiche sale del Municipio di Vienna, nell’ambito del progetto “Il giro del mondo in 80 balli” attraverso il quale la Croce Rossa si fa portatrice di un messaggio finalizzato a raccogliere fondi a favore di bambini e ragazzi dai 7 ai 18 anni con ‘esigenze speciali’. Iniziativa che si concretizzerà garantendo loro l’ospitalità ai programmi speciali organizzati durante l’estate viennese: Camp terapeutici per minori diversamente abili

Onorati di poter offrire il nostro aiuto – spiega il presidente Stefano Zanette – per la prima volta parteciperemo come Consorzio Prosecco Doc al “Wiener Rotkreuz Ball“, il ballo di beneficenza organizzato dalla Croce Rossa di Vienna.  Si tratta d’uno dei più importanti eventi della capitale austriaca che ogni anno seleziona una nazione-partner. Quest’anno sarà la volta dell’Italia, non potevano quindi mancare in questa iniziativa a sfondo benefico le bollicine di bandiera più famose”.

L’evento si svolgerà nel famoso e storico Municipio “RATHAUS”, sede principale del Comune di Vienna dove si prevede la partecipazioni di almeno 2000 persone pronte a sostenere l’iniziativa.

Entreremo come supporter grazie al gemellaggio avviato dalla capitale austriaca con il nostro Paese sotto il titolo <Vienna incontra l’Italia> – spiega Luca Giavi, Direttore generale del Consorzio – sarà una settimana di eventi a tema caratterizzata da un ricco programma culturale e dall’ampia presenza di specialità enogastronomiche italiane”.

Il Consorzio sarà presente attraverso le aziende associate: BOTTEGA, LA MARCA, PIERA MARTELLOZZO, SANTERO, VALDO che hanno selezionate le centinaia di bottiglie di Prosecco DOC che verranno stappate durante il ballo.

“Un’ulteriore dimostrazione della sensibilità del Consorzio verso temi sociali ed etici che per noi vanno a braccetto, come sostenibilità e solidarietà – conclude il presidente Stefano Zanette – Mentre la sostenibilità produttiva si esprime attraverso l’adozione di provvedimenti concreti e innovativi a favore dell’ambiente e delle popolazioni che vivono nelle zone di produzione del Prosecco, dal punto di vista sociale si manifesta con eventi come questo e come quello che stiamo organizzando per il prossimo dicembre, ovvero la terza edizione di ‘Sorsi di Solidarietà’ che quest’anno dedicheremo al mondo paraolimpico”.

Attenzione!:

non dimenticate di leggere anche

Vino al vino http://www.vinoalvino.org/

Franco Ziliani blog http://www.francoziliani.blog/

 

1 commento

Condividi

Un commento

  1. Simone

    novembre 14, 2017 alle 11:15 pm

    Strauss….che meraviglia!
    Qual era l argomento?!

Lascia un commento

Connect with Facebook