Amour de Deutz protagonista di un’asta benefica a Brescia

E Fabrice Rosset prepara un Hommage à William Deutz 2010 speciale   

Riceviamo e volentieri pubblichiamo

“Un esclusivo cofanetto di Amour de Deutz millesimato della rara collezione Mathusalem 2000 è stato messo all’Asta (per la cifra di 4.500 euro) alla terza edizione di Time to Love, una tra le Charity Dinner più trendy dell’anno, organizzata al PalaBrescia da Giacomo Maiolini, fondatore dell’etichetta discografica Time Records.

Amour de Deutz Mathusalem Brut Millesimé 2000 è la preziosa bottiglia voluta da Fabrice Rosset, Chairman e CEO della Maison francese Deutz (ritratto nella foto di apertura) e distribuita in esclusiva per l’Italia da D&C. Le bottiglie di questa serie, come tutti i millesimati della collezione Amour de Deutz Mathusalem, sono state prodotte in edizione limitata: solo 365 esemplari numerati, uno per ogni giorno dell’anno (sono 366 quelli di annate bisestili).

Il ricavato dell’Asta di beneficenza, così come quello dell’intera cena e della lotteria, è stato girato alla Clinica  Bumi Sehat di Bali, che si occupa di garantire a migliaia di mamme e bambini una nascita in sicurezza nel Paese. Lo Champagne Deutz, tra gli Sponsor della serata, condotta da Cristina Parodi e Rudy Zerbi, e con la partecipazione di numerose celebrities d’eccezione, è stato il protagonista dell’Asta, oltre ad essere servito ai tavoli dei prestigiosi ospiti. Prestigio ed eccezione che contraddistingue anche la Maison francese, piccola ma nobile Azienda della Champagne fondata nel 1838 e gestita da generazioni dalle famiglie Deutz e Geldermann, che da sempre coltivano la coerenza, l’eleganza e la classicità dello Champagne.

L’Amour de Deutz Mathusalem Brut Millesimé 2000, messo all’asta al prezzo base di 2.250 euro è uno Champagne complesso e irresistibile, di grande fascino. Ha un cuore impalpabile, dal finissimo perlage e dai profondi riflessi bronzo dorati. Al palato travolge con un intenso aroma di fiori bianchi che si combinano con la cotogna candita e si fondono in un magico duetto. L’attacco è sorprendente e vivo: il profumo di uva spina e di mele al forno evocano lontane dolcezze che culminano in un finale di delizie.
Vino importante e di grande impatto, Amour de Deutz Brut Millesimé 2000 ha una struttura di grande leggerezza, un’architettura all’insegna della finezza e della complessità, adatta a essere gustata a tutto pasto.

In Italia, Champagne Deutz è importato e distribuito in esclusiva da D&C.

Questo il comunicato diffuso dall’ufficio stampa italiano, a dire il vero non proprio all’altezza, come lo stesso importatore nel nostro Paese, questo il mio parere, di una Maison così storica e importante com’è Deutz.

Per avere notizie più importanti su questa Maison che produce vini che particolarmente amo, bisogna ricorrere alla stampa internazionale o avere collegamenti direttamente con Reims. E così, per ora accontentatevi solo della versione in inglese, non ho ancora avuto il tempo di tradurli in italiano, (cosa che magari potrebbe fare l’ufficio stampa dell’importatore…), leggetevi due notizie veramente interessanti su Deutz. Il comunicato stampa in forma di bilancio della vendemmia 2017 alla Maison, che mi è stato inviato due giorni fa da Chloé Verrat, Marketing, Pr & Communication Director.

La vendemmia 2017 alla Deutz



E, a seguire, il testo di un articolo apparso sulla rivista specializzata britannica The Drink Business, relativo ad un progetto di Champagne che la rivista definisce single vineyard, anche se sarà una calibrata e ragionata cuvée di due parcelles di vigneto, La Côte Glacière (1.92 hectares) e Meurtet (2.42 hectares) poste ad Aÿ, e dovrebbe chiamarsi Hommage à William Deutz 2010 Parcelles d’Aÿ. Entrambi vigneti 100% Pinot noir, protetti dall’Unesco.

Questo il testo integrale dell’articolo

 

“Part of the Cuvée William Deutz Vintage collection, Hommage à William Deutz 2010 Parcelles d’Aÿ, named after its founder William Deutz, is a 100% Pinot Noir Champagne sourced from two plots above the family house in Aÿ, purchased by William Deutz in individual parcels in 1838 – the year the house was founded.

The two vineyards – La Côte Glacière (1.92 hectares) and Meurtet (2.42 hectares) – are within the protected UNESCO World Heritage site for Pinot Noir.

“When we embark on the blend following the harvest we have all these wines to choose from and it just happens that Pinot Noir from these two plots always come out well,” explained Fabrice Rosset, CEO of Deutz speaking to the drinks business.

I said to myself this is so delicious why don’t we explore the possibility of a single grape and single vineyard. So after 15 years of observation of these two plots, we decided to keep some for a vintage.”

The inaugural Hommage à William Deutz release will be the 2010, made from a blend of grapes sourced from both of these vineyards, hence the name “Parcelles”.
“At the time of the harvest we have to be very specific in terms of sourcing and in 2010 we combined the fruit of these two plots and ended up with Hommage à William Deutz 2010 Parcelles d’Aÿ, as oppose to a single vineyard,” explains Rosset.

“What is good though is that most good things happen by accident. It’s a wonderful wine to start with for this range. The next vintage, which will not be 2011 because it was problematic for Pinot Noir, will be the 2012 and we will have the opportunity to taste two wines of a mono cépage.”

The next two Hommage à William Deutz wines will be from the 2012 Vintage, due to be released in two years time, made from grapes sourced from each vineyard  separately. The pair will be the first-ever single vineyard Pinot Noirs from both La Côte Glacière and Meurtet.

As its name suggest, the collection will pay homage to William Deutz, who founded Champagne Deutz in 1838, with its release announced ahead of the house’s 180th anniversary next year.

Commenting on the purpose of further innovation in Champagne, Rosset added: “It’s not a matter of ego but I like to show to the world that we can do these things. There are so many styles and there is a huge diversity in Champagne and I want to show what we can do, because we have the proper raw materials and the talent of winemakers.”

Intended as an entry point to the prestige Cuvée Wiliam Deutz Vintages, around 6,000 bottles of the 2010 Hommage à William Deutz 2010 Parcelles d’Aÿ have been produced, and will retail at around £95, available from UK agents Gonzalez Byass UK”.

Attenzione!:

non dimenticate di leggere anche

Vino al vino http://www.vinoalvino.org/

e Franco Ziliani blog http://www.francoziliani.blog/

Lascia un commento

Condividi

Lascia un commento

Connect with Facebook