Volete fare Champagne groupage con me?


Cari amici champagnisti, oggi ho ricevuto una mail da un importatore olandese che mi propone 600 bottiglie di Champagne Jacquesson Extra Brut Cuvée 740 al prezzo invitantissimo di 34 euro.

Agli champagnisti, che non possono che amare, come io amo, Jacquesson, chiedo: vista la qualità, visto il prezzo conveniente (34 euro contro una media di 45), cosa ne direste, visto che non posso comprarle tutte da solo, se facessimo un bel gruppo d’acquisto, un bel groupage e ci portassimo a casa queste bollicine straordinarie?

Fatemi sapere asap, please!

Attenzione!

Non dimenticate di leggere anche

Vino al vino

www.vinoalvino.org

e

Rosé Wine Blog

http://www.rosewineblog.com/

24 commenti

Condividi

24 commenti

  1. Sommelierxte

    febbraio 8, 2017 alle 8:45 pm

    Proposta e prezzo interessante..:-)quindi sono interessato.. Vorrei sapere:
    Quantitativo minimo pax?
    Il prezzo è franco destino od in Olanda?
    Grazie in anticipo

    • redazione

      febbraio 9, 2017 alle 10:16 am

      l’importatore mi ha scritto che l’offerta é valida per 600 bottiglie, non meno, con questi dettagli:
      All prices €/btl, Ex excise, Ex VAT, Ex Warehouse and subject to final confirmation – E&OE.

  2. Paolo

    febbraio 8, 2017 alle 9:37 pm

    Mi sembra un ottimo gruppo d’acquisto!
    Se riesce ad organizzare, mi faccia sapere, anche se il mio contributo sarà, purtroppo, per poche bottiglie.

    Aspettando sempre con piacere di leggere sue nuove degustazioni la saluto cordialmente.

    Paolo

  3. Pno Josi

    febbraio 9, 2017 alle 10:12 am

    tutta sta pippa per un misero -25%? basta aspettare un qualuneuq -20% della coop centro italia e portarsi a casa la boccia

    • redazione

      febbraio 9, 2017 alle 10:16 am

      Josi, magari le “pippe” se le farà lei e alla Coop escludo si possa trovare quel marchio e quello Champagne prestigiosi…
      Mi sono informato: l’importatore mi precisa sui prezzi:
      All prices €/btl, Ex excise, Ex VAT, Ex Warehouse and subject to final confirmation – E&OE.

  4. luigi

    febbraio 9, 2017 alle 12:55 pm

    Visto che in enoteca ho visto Il Prestige a 27 euro scontato (29), come faccio a non essere interessato?!
    Sarebbe interessante capire Il prezzo finale delle bottiglie; se fosse 34 euro/bottiglia Io due casse a Bergamo vengo a prenderle.
    Grazie e ci tenga informati.

    • redazione

      febbraio 9, 2017 alle 10:41 pm

      mi scusi Luigi, ma lei vorrà mica mettere sullo stesso piano uno “champagnino” come Jacquesson Cuvée 740 e il prestigiosissimo, incommensurabile Prestige della mitica casa spumantistica di Erbusco?
      Sicuramente Jacquesson dovrebbe costare di meno e Prestige costare molto di più: o no? 🙂 🙂 🙂 🙂 🙂

    • redazione

      febbraio 9, 2017 alle 11:19 pm

      aggiornamento: le 600 bottiglie sono già diventate 300. Evidentemente in tanti si sono mossi prima di noi… 🙁

  5. luigi

    febbraio 9, 2017 alle 10:57 pm

    ….il Prestige non trovava posto nella Mia cantina quando Il prezzo era 1/3 piu’ basso…figuriamoci Ora!
    La Mia era Una domanda retorica…e’ ovvio che sono interessato per questo opziono due casse a 34 €/bott. Ci tenga informati. Grazie

    • redazione

      febbraio 9, 2017 alle 11:09 pm

      anche nelle mie due cantine quel vino non trova posto. Ci sono invece i fratelli maggiori, i grandi metodo classico cui si deve la meritata notorietà di questa azienda. Ogni tanto sono costretto a fare spazio e mi sa che per accogliere e dedicare loro lo spazio che meritano a tutta una serie di Champagne mi troverò costretto a rinunciare alle pregiate bollicine bresciane. Ho ex cognati e amici, appassionati di vino, che saranno felici di berle… 🙂

  6. AlexM

    febbraio 10, 2017 alle 1:46 am

    Salve, anche a me interesserebbe far parte del gruppo d’ acquisto. Certo ci sarebbe da capire come organizzare il ritiro visto che io sono in puglia. In ogni caso, se fattibile, ne prenderei 12 bt. Grazie

    • redazione

      febbraio 10, 2017 alle 1:50 am

      temo che quella del groupage, o gruppo d’acquisto, per motivi vari, pratici e logistici, rimarrà una bella idea. Utile per lanciare un dibattito sui prezzi dei metodo classico italiani in rapporto al prezzo anche di grandi Champagne…

      • AlexM

        febbraio 11, 2017 alle 12:55 am

        temo anch’io, grazie comunque della risposta

  7. luigi

    febbraio 10, 2017 alle 7:44 am

    Peccato che non spicchi il volo …un gruppo d’acquisto capitanato da Lei sarebbe stato favoloso. Potrebbe pensarci…magari partendo dai lettori che gravitano ad 1 ora d’auto da BG (per ridurre la logistica) anche facendo pagare una sottoscrizione annuale con un accesso riservato ad una parte del suo sito.

    • redazione

      febbraio 10, 2017 alle 9:28 am

      Luigi, la sua un’idea che mi stuzzica assai, parliamone…

  8. Valentino

    febbraio 10, 2017 alle 9:17 am

    Sono interessato a due casse di questo meraviglioso champagne…attendo notizie

  9. MArco

    febbraio 10, 2017 alle 12:00 pm

    Ziliani scusi, ma Ex VAT..che significa? Esclusa IVA (e altre tasse)? Perché se cosi e`, non mi pare un grande prezzo.
    Se capisco male, mi scuso

  10. Marco V

    febbraio 11, 2017 alle 11:09 am

    A proposito di CdB Prestige, propongo un quiz. Chi, secondo i lettori , ha pronunciato in merito le seguenti parole?
    “complesso e ben fatto e soddisfacente,
    Colore paglierino oro molto brillante, stupisce con la finezza e la continuità spumeggiante del suo perlage piuttosto fine, per un naso molto aperto, fragrante, diretto, di notevole intensità aromatica, ricco e compatto, molto fruttato, con note di agrumi e mela e pesca bianca in evidenza.
    La bocca, com’è ovvio e comprensibile attendersi da un vino che deve piacere al primo impatto, che è “progettato” per farsi bere, è molto morbida, rotonda, cremosa il giusto, con una bolla leggera piacevolmente croccante e non aggressiva, una interessante consistenza vinosa e una moderata naturale dolcezza (nessuna traccia di piacioneria o di ruffianesca dolcezza), con la stessa fruttuosità che si coglieva nei profumi e una buona persistenza.”

    1) L incomprensibile Luca Maroni
    2) L uomo che non scende a compromessi Franco Ziliani
    3) l enosnob Andrea Scanzi

    Una bottiglia di Jacquesson a chi indovina, senza sbirciare in rete…;-)

    • redazione

      febbraio 11, 2017 alle 2:09 pm

      rispondo io al suo simpatico quiz. Le ho scritte io quelle righe, con assoluta sincerità, e le riscriverei probabilmente anche ora se, assaggiando alla cieca, mi capitasse di trovare buono quel vino e provare le stesse sensazioni che ho descritto in quel post.
      Non facevo marchette prima e non le faccio ora, consapevole che la vita ti obbliga a scendere a compromessi, ma senza essere poi costretto a sputarmi in faccia. Buona giornata Signor Marco Villa, probabilmente franciacortino o franciacortista. Lo sono ancora anch’io, ma senza più le fette di salame sugli occhi… 🙂

  11. Marco V

    febbraio 11, 2017 alle 6:14 pm

    Il giudizio su un vino deve a mio parere prescindere dalla simpatia del produttore o del consorzio. Se è buono è buono, se è cattivo è cattivo. Il suo giudizio di qualche tempo fa, molto positivo, male si concilia con la presa in giro per il suddetto vino (e i suoi produttori) qui sopra. Se era buono allora, lo deve essere anche adesso. Questo, per onestà intellettuale. Senza tirare in ballo le marchette, a cui io non ho nè pensato nè fatto cenno.

    • redazione

      febbraio 12, 2017 alle 12:22 am

      Signor Marco Villa, lei ha forse letto un mio giudizio recente, dovuto ad un assaggio o ad una degustazione alla cieca, del Prestige? No, lei fa riferimento ad un articolo di qualche anno fa dove parlavo positivamente del vino avendolo assaggiato, come sempre, senza alcuna preclusione o arrière pensée.
      Quello era il giudizio sul vino degustato. Posso, mi dà e mi date il permesso?, grazie!, di esprimere un giudizio sulla “filosofia” di cui quel vino é espressione? Posso dire che é inevitabile togliersi tanto di cappello dal punto di vista puramente commerciale, ma dire che la Franciacorta che io amo e continuo ad amare, non ha nulla a che fare con simili, ben congegnate, operazioni commerciali? E posso dire che gli altri Franciacorta dell’azienda in oggetto, che non nomino perché non vedo debba farle ulteriore pubblicità, a titolo gratuito per di più, mi piacciono senza sé né ma (con qualche piccola riserva sul loro prezzo) e che sono quelli a fare la nobilitate della nota cantina erbuschese?
      Nessuna contraddizione, il mio pensiero fila liscio e coerente.
      P.S. Avvistato oggi all’Esselunga il Prestige a 29 euro. Posso dire che quei soldi li spenderei piuttosto per tutta una serie di Franciacorta non fighetti e alla moda, ma 100 volte più buoni. Lunedì, su questo blog, ne segnalerò ad esempio uno… 🙂

  12. luigi

    febbraio 13, 2017 alle 8:09 pm

    Credo che una parte del sito a pagamento dove noi lettori abbiamo accesso a informazioni su consigli di acquisto; gruppi di acquisto capitanati da lei possa decollare. Ovvio dovrebbe aprire un post ad hoc per valutare il numero di partenza che sono sicuro aumenterà nel tempo.

  13. marco frosinini

    febbraio 28, 2017 alle 1:26 am

    è ancora in piedi la proposta per il gruppo d’acquisto?

    • redazione

      febbraio 28, 2017 alle 3:27 am

      no, mi spiace, la realizzazione dell’idea é troppo macchinosa e io non ho purtroppo tempo per occuparmi di tutti i dettagli

Lascia un commento

Connect with Facebook