Dubbi natalizi: ma Babbo Natale esiste veramente?

babbo_natale

Un’iniziativa della “Associazione di amici di Vino al vino “

Raggiunta e superata la soglia dei sessant’anni dovrei essere immune da certe illusioni che è giusto popolino la fantasia ed i sogni di un bambino di sei… Non dovrei credere alle leggende di Natale e non pensare che Babbo Natale esista veramente se non nelle ingenue convinzioni di un fanciullo. Eppure… Eppure ieri sera ho cominciato ad avere dei dubbi e a sospettare che in fondo quell’omone in rosso dalla grande barba bianca sia veramente tra noi…

Prima che vi venga il dubbio che io stia dando segni di senescenza e stia tornando ai pensieri della mia infanzia, voglio chiarire l’origine delle mie rêveries, un qualcosa, come definirlo?; di assolutamente reale, anche se sembra avere le sembianze di un sogno.

Ieri sera ho scoperto che delle persone che non conosco e che si presentano come “Associazione di amici di Vino al vino”, hanno lanciato, come definirlo?, un appello per la sopravvivenza dei miei blog, Vino al vino, appunto, e Lemillebolleblog, sotto forma di pubblica sottoscrizione per sostenere la mia attività di giornalista indipendente, senza padrini e senza padroni, come amava dire Indro Montanelli.

leggende-natale

Stupefatto e, perché nasconderlo?, commosso da questa iniziativa, che si manifesta proprio nei giorni che precedono il 25 dicembre, ecco perché ho cominciato a considerare che sognare non costa niente e che forse, anche alla mia non più tenera età, Babbo Natale possa avere in serbo un pensiero anche per me.

Per buon gusto ed eleganza qui mi fermo, limitandovi a segnalare dove leggere di questa iniziativa a favore dei miei blog e del sottoscritto, definito, bontà di chi ha scritto, “uno dei giornalisti del vino più discussi e controversi”. Il sito Internet è Kapipal e questo il link diretto.

Per il resto, oltre a darvi appuntamento per la ripresa ufficiale, con articoli e post come facevo sino a sei mesi fa, non posso che cogliere l’occasione per inviare un sentito grazie a chi ha avuto questa idea, e porgere a tutti voi, vecchi o nuovi lettori, i più affettuosi auguri di un sereno Natale.

Per gli auguri per il Nuovo Anno (che spero sia decisamente meglio di quello che va finendo…) ci ritroveremo tra qualche giorno…

Auguri!

Franco Ziliani

16 commenti

Condividi

16 commenti

  1. Carlo Bianchi

    dicembre 26, 2016 alle 10:03 am

    che tristezza Ziliani! L’ultimo approdo vede l’ex franco tiratore a tendere la mano e chiedere la carità a lettori, i pochi rimasti, e produttori. Ma non si vergogna? Non sarebbe stato meglio continuare a non aggiornare i suoi blog e chiuderli?
    Se non sa stare sul mercato, si arrangi o vuole sostegni e finanziamenti statali per scrivere le sue sciocchezze?

    • redazione

      dicembre 26, 2016 alle 10:28 am

      correttezza, eleganza e buon gusto, doti che forse ad uno dei due commentatori mancano, m’impongono di pubblicare i due commenti senza proferire sillaba.
      Ognuno é libero, in merito a questa iniziativa che, lo ripeto, non é stata presa da me, come vuole. Ed é libero di esprimere qui il proprio punto di vista. Purché non si scada nell’insulto gratuito… 🙂

  2. Paola

    dicembre 26, 2016 alle 10:14 am

    mi piace questa iniziativa e credo che noi lettori, felici che lei abbia ripreso ad aggiornare i suoi blog, possiamo considerare l’adesione (con quello che ognuno di noi potrà e si sentirà di donare) come una forma di abbonamento a Lemillebolleblog e Vino al vino.
    Però lei s’impegni a non interrompere il flusso delle informazioni e non lasciarsi ancora privi, per mesi, dei suoi articoli!

  3. Gabriele

    dicembre 26, 2016 alle 10:08 pm

    Ma come si fa ad aderire economicamente? Caro commentatore le auguro di cuore di nn aver mai bisogno di nessuno… umiltá serietá capacitá, poter camminare a testa alta tra la gente sono merce rara! Se nn interessa si puó leggere altro!

  4. Marco

    dicembre 27, 2016 alle 5:53 pm

    voglio farle una domanda. Lei continua a sostenere che i suoi blog avrebbero ancora molti lettori.
    I casi sono due: o conta balle e millanta oppure questi lettori che dicono di tenere a lei e alla sopravvivenza dei blog alla prova dei fatti tirano indietro la manina e non versano un solo euro per la sottoscrizione a favore di Vino al vino e Lemillebolleblog.
    Come mai secondo lei?
    grazie per la sua risposta, che spero sia sincera

    • redazione

      dicembre 27, 2016 alle 6:01 pm

      Marco, le rispondo qui su Lemillebolleblog ma poi copierò la stessa risposta su Vino al vino.
      Io non conto balle e non millanto: i numeri di Google Analytics non li posso (né voglio) truccare. Sono quelli e basta.
      E qui numeri attestano che i miei blog, nonostante peripezie varie, mancati aggiornamenti, ecc, continuano ad essere molto seguiti. L’ha detto anche una recente inchiesta di WineNews.
      Sono numeri che se lei é in grado di dimostrarmi che é una persona seria e non un provocatore, sono disponibile a mostrarle, ma che ovviamente non rendo pubblici.
      Quanto alla mancata risposta dei molti lettori, mi consenta, per eleganza, di non rispondere. Ognuno deve sentirsi libero di aderire oppure no a questa iniziativa presa da alcuni amici, così si sono firmati, dei miei blog.
      Diverso il discorso relativo a produttori e consorzi, alla maggior parte dei quali l’idea che il franco tiratore torni a dire la sua liberamente (e non a “spalare merda su tutto e su tutti”, come ha scritto, stravolgendo la realtà delle cose, qualcuno su Facebook) non garba molto. Preferiscono che Vino al vino e Lemillebolleblog continuino a non essere aggiornati e anche se spendono e spandono soldi – liberi di farlo – per tante iniziative discutibili, per banner pubblicitari che servono a “tener buoni” determinati potentati, non spenderanno un solo centesimo per sostenere la causa di Ziliani.
      Ma, non sono nato ieri, mi stupirei del contrario…

  5. Paolo

    gennaio 1, 2017 alle 5:44 pm

    Chi semina vento raccoglie tempesta, caro Ziliani. Lei si è fatto troppi nemici, in passato. E non per amore di verità, checchè lei ne pensi. Dubito ci sia molta gente disposta a darle una mano. Saluti

    • redazione

      gennaio 1, 2017 alle 6:06 pm

      istintivamente mi verrebbe da rispondere con un detto che amo: molti nemici, molto onore.
      Volendo invece darle una risposta meditata, voglio dirle che sicuramente ci sono molte persone nel mondo del vino che, eufemismo, non mi amano. E’ il prezzo che si paga per aver scelto di non fare il “lecchino” ed il conformista ma dire, sempre e comunque, quello che penso. Cosa che, mi creda oppure no, ha portato tante persone, cosa che accade ancora oggi, a manifestarmi, senza arrière pensées, il loro consenso. E l’apprezzamento per il modo di scrivere.
      Quanto all’esito dell’iniziativa delle persone che hanno dato vita a quella pubblica sottoscrizione a favore dei miei blog, molto probabilmente lei avrà ragione, ma lasciamo, ci sono ancora due mesi a disposizione, che sia il tempo a darci la risposta.
      Sicuramente sulla mano di persone su cui pensavo di poter contare non posso contare – anche se, ingenuamente, le consideravo amiche – come mi ha dimostrato chiaramente l’annus horribilis che per fortuna se n’é andato…
      cordialità

    • Grazia

      gennaio 1, 2017 alle 7:19 pm

      giudico gratuito e provocatorio il suo commento, Paolo. Lei si cimenta nel poco nobile sport, uno sport ormai vecchio e stantio, di sparare su Ziliani. Se lei non vuole aderire, nessuno la costringe a questa iniziativa. Non aderisca e basta. Invece eccola qui a provocare e dire inutili cattiverie. Pensi invece con animo diverso al nuovo anno e sia meno antipatico

    • Dario

      gennaio 1, 2017 alle 7:20 pm

      non sono d’accordo con lei, Paolo. Se l’autore di questo blog si é davvero “fatto troppi nemici” é stato solo “per amore di verità”, solo perché Ziliani voleva dire ciò che pensava senza preoccuparsi delle reazioni. Non certo per altri motivi.

  6. Raffaele

    gennaio 2, 2017 alle 4:19 pm

    Bentornato Franco,
    Se trovi davanti a te una persona che vuole solo provocarti e giudicare,non crucciarti e non entrare in competizione con lei.
    Rispondile con un sorriso.
    E’ l’unico modo per farla smettere.
    Un caloroso abbraccio
    Raffaele

    • redazione

      gennaio 2, 2017 alle 5:54 pm

      non sempre é facile reagire come suggerisci. La cronaca insegna che non sempre ne sono stato capace… 🙂

  7. Dembele N'Kofu

    gennaio 5, 2017 alle 9:51 pm

    Signor Ziliano
    Io brofugo e vengo da Afriga.
    So ghe lei odia duddi noi migradi. So ghe lei vorrebbe sbarare a duddi noi neri e migradi. Noi non bordiamo maladdie noi veniamo in Idalia berghè in Afriga non gé lavoro. Non vogliamo fare barassidi. Ma a barde guesdo. Io volere fare regalo a lei. Signor ziliani. Io avevo boghi soldi con me ma li ho gambiadi in euro e ho faddo donazione a lei. Donazione ber suo blog. Berghé sbero ghe duddi condinuino a leggere suo blog. Berghé regensioni di vino veramente belle. E io ho faddo dono berghé sendido da lei ghe vino è groggande… ma gome fa vino a essere groggande? Osso di gnu groggande… guoio di frusda di badrone groggande… ma vino? Sbero ghe miei soldi aiudino lei a drovare dermini migliori di groggande. Non gi odi berghé lei in fondo uomo buono e groggande!

  8. Dembele N'Kofu

    gennaio 5, 2017 alle 10:16 pm

    Signor Ziliani
    Io brofugo e vengo da Afriga.
    So ghe lei odia duddi noi migradi. So ghe lei vorrebbe sbarare a duddi noi neri e migradi. Noi non bordiamo maladdie noi veniamo in Idalia berghè in Afriga non gé lavoro. Non vogliamo fare barassidi. Ma a barde guesdo. Io volere fare regalo a lei. Signor ziliani. Io avevo boghi soldi con me ma li ho gambiadi in euro e ho faddo donazione a lei. Donazione ber suo blog. Berghé sbero ghe duddi condinuino a leggere suo blog. Berghé regensioni di vino veramente belle. E io ho faddo dono berghé sendido da lei ghe vino è groggande… ma gome fa vino a essere groggande? Osso di gnu groggande… guoio di frusda di badrone groggande… ma vino? Sbero ghe miei soldi aiudino lei a drovare dermini migliori di groggande. Non gi odi berghé lei in fondo uomo buono e groggande!

    • redazione

      gennaio 5, 2017 alle 11:50 pm

      Signor Dembele, ringrazio per il suo intervento che ci fa capire che Carnevale si avvicina e che ridere, anche di fronte alle piccole provocazioni come la sua, é la soluzione migliore. Mi saluti gli gnu e le giraffe 🙂

Lascia un commento

Connect with Facebook