Cosa stappare per l’ultimo dell’anno? Due teorie diverse a confronto

Cincin-champagne
I grandi vini meglio non sprecarli con il botto di San Silvestro

La domanda su quale bottiglia scegliere per la rituale stappatura di San Silvestro domina già da giorni le discussioni tra gli appassionati di bollicine. Ognuno ha la propria personale soluzione e tiene gelosamente in serbo la cuvée, francese, italiana, spagnola, da sfoderare a sorpresa in base a motivazioni che tiene gelosamente segrete.

Motivi che possono essere legati ad un gusto personale, ad un particolare ad una marca o ad una cuvée, ad una tipologia, oppure a ricordi legati a quel vino che si intendono ritrovare. O semplicemente il desiderio di bere quella stessa bottiglia con una determinata persona con cui la si era bevuta anni prima.

Ognuno di questi criteri di scelta ha una propria innegabile validità – ha ragione chi sceglie Franciacorta e ne ha altrettanta chi sceglie Champagne o Trento – ha motivazioni solide sia chi opta per un Brut che per un Pas Dosé o un Rosé – ma si tratta di criteri che diventano ancora più fondati se la scelta è legata ad un abbinamento gastronomico, se la bottiglia di bollicine, soprattutto se pregiata, blasonata, costosa, verrà stappata e gustata e apprezzata in tutte le sue sfumature nel corso di un cenone. Un cenone che magari la ponga al centro dell’attenzione e faccia sì che la parte gastronomica sia studiata in base al vino scelto, per farlo brillare ancora di più di luce propria.

Completamente diversa la situazione se invece di pensare a stappare, gustare e apprezzare l’obiettivo è il botto (cosa assai differente da una normale stappatura) da count down della mezzanotte del 31 dicembre. Una prassi che quasi mai rispetta le regole di un corretto servizio e di una giusta valorizzazione del vino, ma punta ad ottenere un festoso rumore, con tanto di tappo che salta e spuma che fuoriesce copiosa dal collo della bottiglia.

punto-interrogativo-e-pensatore

Sprecare un grande vino per un’operazione del genere, che non mi permetto di biasimare e che ha una sua logica ampiamente condivisa, mi sembra completamente fuori luogo e pari ad un vero e proprio spreco. Più sensato, senza voler togliere valore ad un tipo di vino rispetto ad un altro, optare, per questo momento ludico, per “bollicine” più ordinarie, selezioni meno pregiate, di modo che la qualità non venga sacrificata passando inosservata nel momento rumoroso, caciarone, festosissimo, dell’arrivo del Nuovo Anno.

Una situazione di baldoria generale nella quale non si stanno certo lì a valutare le sfumature aromatiche, la finezza del perlage, l’armonia generale della cuvée, ma è la festa a dominare.

E poi, scusatemi, vorrete mica comportarvi, all’alba del 2016, come un neomiliardario russo che stappa magnum di Crystal per il puro piacere di farsi notare e di dimostrare che ha tanti soldi da permettersi “performances” (di dubbia eleganza e signorilità) simili?

Ad ogni modo, qualsiasi bottiglia scegliate per brindare, auguri!

4 commenti

Condividi

4 commenti

  1. silvana

    dicembre 31, 2015 alle 9:36 am

    Però una grande bottiglia, scelta con cura ha anche un valore simbolico, per celebrare.
    E quando si celebra c’è sempre un po’ di distrazione … ma se la bottiglia sa parlare …

  2. Mario Gagliardi

    dicembre 31, 2015 alle 8:34 pm

    Gentile Franco , buonasera .Io per l’occasione stappo un ottimo Franciacorta .Non aspetto l’ultimo minuto , me lo godo cenando . A Natale, invece , ho onorato i nostri cugini francesi con un eccellente champagne . E così ,immerso in questo turbillon di bolle , auguro a te , ai tuoi cari , ai tuoi lettori e a tutti i vignerons , un buon fine anno e un 2016 carico di successi .

  3. blasco

    gennaio 2, 2016 alle 7:38 pm

    ma il buon vasco avrà letto questo post per decidere con cosa fare il “botto”?

    http://www.giornaledibrescia.it/sebino-e-franciacorta/il-brindisi-inaugurale-di-vasco-rossi-griffato-franciacorta-1.3058118

  4. Wine lover

    gennaio 4, 2016 alle 4:44 pm

    Effettivamente stappare una bottiglia pregiata al momento del countdown è un vero e proprio spreco!

Lascia un commento

Connect with Facebook