Divagazioni franciacortiste su cronache vere e cronache di regime

disinformazione
Che differenza passa tra un giornale che fa informazione e uno che eccelle nella propaganda?

La stessa, identica differenza che corre tra un blog che pubblica notizie come queste, leggi, leggi, leggi, e ancora leggi e un sito, sempre dalla parte dei potenti del mondo del vino italiano, che senza battere ciglio pubblica veline come questa, che è un piccolo capolavoro, direi quasi di renziana obbedienza, che testualmente, manco l’avessero scritto nella sede del Consorzio di Erbusco (o forse l’hanno scritto proprio lì e poi diffuso urbi e orbi?), perentoriamente, con tanto di posa mussoliniana e annuncio dal balcone di Palazzo Venezia, afferma: “per il consorzio guidato da Maurizio Zanella, l’Expo, a due mesi dalla chiusura, può considerarsi un vero successo.”

FranciacortaExpo

E ancora: “nel Decumano, ogni giorno, attira tantissime persone, che hanno voglia di assaggiare le bollicine italiane famose in tutto il mondo. E la media giornaliera, è di 700/800 calici venduti al giorno”. Lasciando intendere, a quelli che hanno l’anello al naso, che ad Expo praticamente converrebbero da ogni dove per degustare il metodo classico italiano che sfida, beh l’ha fatto ufficialmente, nello stand del Consorzio, nell’ambito dello scorso Vinitaly, lo Champagne, con il risultato di vendere, a caro prezzo 700-800 calici (che nel titolo dell’obbediente sito diventano 1000..) al giorno. Che fanno 150 bottiglie o forse meno.

ZanellaExpo

Al che viene da chiedersi: ma la partecipazione del Consorzio Franciacorta all’Expo, con l’incarico, pagato a peso d’oro, di Official Sparkling Wine Sponsor (però quando viene in visita la Merkel finisce per bere Trento Doc Ferrari, non Franciacorta…), serviva per vendere 150-200 bottiglie al giorno? Era una scelta d’immagine, di prestigio, di marketing o corrispondeva invece a un po’ più banali questioni di bottega, di vendita delle tante (troppe?) bottiglie ormai prodotte?

Informazioneindipendente

Ma la perlina il sito di regime la raggiunge nel finale della velina, pardon, dell’articolo, laddove si scrive “Sarà una fine dell’anno molto intensa per il consorzio Franciacorta visto che, dall’1 novembre, ad Expo conclusa, bisognerà pensare al rinnovo delle cariche. Infatti, il presidente Zanella, a cui era scaduto il mandato, ha proseguito ad interim, su decisione dell’assemblea dei soci, fino al 16 dicembre, insieme ai due vice presidenti Maddalena Bersi Serlini, Silvano Brescianini ed all’intero consiglio di amministrazione”.

Il finale recita, e siamo alle comiche, “A metà dicembre ci sarà l’elezione del nuovo presidente e di tutto il consiglio di amministrazione. Ma sull’orientamento, bocche cucite: “Non trapela nulla – dice Zanella – per adesso siamo solo concentrati sull’Expo”.
pinocchio

Cronache di (dis)gusto vince, con distacco, il gran premio della montagna delle notizie care ai conduttori del vapore, chi ha rilasciato la dichiarazione sul fatto che sul nome del nuovo presidente “non trapela nulla” e non si sappia nulla vince, con merito, il Pinocchio d’oro. Ma se lo sanno anche i sassi, che, come in quella canzone di Riccardo Cocciante

Era già tutto previsto…

e come in un patto del Nazareno erbuschese sia già da tempo deciso, chiedere ad esempio ad un’eminenza grigia come il past president e oggi presidente FederDoc Riccardo Ricci Curbastro, che a Zanella (alias Cà del Bosco) succederà Vittorio Moretti, patron di Bellavista? E che in questo percorso è stato sacrificato un candidato alternativo, mandato in avanscoperta e poi lasciato solo, come Emanuele Rabotti?

April 7th 2013, Franciacorta (Italy), Bellavista: Vittorio e Francesca Moretti

Ma a chi le volete raccontare queste barzellette?

Un’ultima cosa, una domanda: ma quel Signore nella foto che correda l’articolo del sito siculo, non é il presidente di un Consorzio che produce leader nella produzione di metodo classico che hanno l’ardire di sfidare gli Champagne? Ma il sito Web di “regime” che ha pubblicato questa comica velina non aveva una foto più adatta da pubblicare? Il presidente del Consorzio Franciacorta con un bicchiere di vino rosso in mano?… Oggi le comiche….
E in attesa che il dottor Maurizio Zanella chieda agli amici, suoi, di Cronache di (dis) gusto che pubblichino al posto di quella una sua foto, ce ne sono a decine disponibili, che lo ritragga, come sarebbe giusto, con tanto di Calice Franciacorta, aspettiamoci di vedere presto la foto del presidente del C.I.V.C. o di grandi champagnisti quali Jean-Hervé e Laurent Chicquet, alias Jacquesson, con in mano un bicchiere di Bouzy o di Coteaux-Champenois.. E, perché no?, il presidente del Trento Doc o uno dei cugini Lunelli mentre brindano con un bicchiere di Teroldego o di Marzemino…

E vai!
Oggi_Comiche

________________________________________________________________________

Attenzione!: non dimenticate di leggere anche Vino al vino
www.vinoalvino.org

16 commenti

Condividi

16 commenti

  1. Grazia

    agosto 27, 2015 alle 12:11 pm

    ma cosa le succede Ziliani, l’ha punta una mosca tze tze franciacortina?
    Una volta era amico della Franciacorta e oggi sembra incattivito nei suoi confronti…
    ci spieghi!

    • redazione

      agosto 27, 2015 alle 12:14 pm

      non é successo niente! Io continuo a scrivere della Franciacorta e sono amico della Franciacorta come e più di prima.
      Sono tanti produttori franciacortini, invece, che non si considerano più miei amici, al punto che, come per incanto, una decina almeno di produttori di Franciacorta mi hanno contemporaneamente cancellato dalle loro amicizie su Facebook.
      Ispirazione celeste che ha coinvolto più persone nello stesso momento, oppure… 🙂

      • Mike Padum

        agosto 27, 2015 alle 12:52 pm

        Fino a qualche mese fa le cronache di regime franciacortiste si trovavano da queste parti. Poi qualcuno ha chiuso i rubinetti…

        • redazione

          agosto 27, 2015 alle 2:36 pm

          “cronache di regime” su Lemillebolleblog esistono solo nella sua mente malata. E bacata.
          Quanto ai rubinetti, apra quelli del gas e chiuda le finestre e ponga fine alla sua inutile, fetida, bugiarda esistenza

      • Marco

        agosto 27, 2015 alle 1:51 pm

        E andiamo a aggiungere i suddetti 10 alla lunga lista di ex amici. A qanti siamo? Piu’ o meno di 1000? O, ma sono gli altri che sbagliano, eh, ci mancherebbe.

        PS: Ziliani, se si parla di propaganda franciacortina, sicuro sicuro di non avere qualche scheletro nell’armadio? Devo perdere un po’ di tempo a cercare nei suoi vecchi post?

        • redazione

          agosto 27, 2015 alle 2:37 pm

          gli scheletri li può trovare negli armadi di casa sua, cerchi pure, non troverà altro che giornalismo libero, indipendente, profumato di libertà e alieno ad ogni forma di servilismo.
          Lei é un diffamatore e un cialtrone: mi piacerebbe incontrarla di persona per assestarle quattro ceffoni e un calcio in culo

          • Marco

            agosto 27, 2015 alle 3:51 pm

            http://www.lemillebolleblog.it/2014/11/06/cresce-la-percezione-del-franciacorta-tra-gli-italiani/

            E questa non è stampa di regime? Lei prende e diffonde acriticamente un comunicato stampa ufficiale fatto dal Consorzio, senza fare un minimo di riflessione critica, di ragionamento. Lo dice il consorzio = è giusto. Il paradosso è che le uniche voci che hanno smentito sta stupidata, sono poi venute dal presidente del consorzio stesso. Prendere un comunicato, copiarlo e non porsi alcuna domanda: questa è stampa di regime.
            Le sue minacce violente fingo di non averle lette. Per compassione. Ma fossi in lei starei calmo. E piu’ prudente.

          • redazione

            agosto 27, 2015 alle 9:04 pm

            capisco che lei é un enologo, anzi enotecnico, una delle professioni più tristi che esistano (meglio lo spazzino, l’addetto agli spurghi, il domatore di tigri…) e quindi ha qualche problema esistenziale (con la crisi quante cantine stanno rinunciando ai vostri trascurabili servigi…) ma questo non la autorizza a farneticare e dire menzogne.
            Quello studio, di cui avevo scritto, era stato realizzato da un grandissimo sociologo e ricercatore come il professor Enrico Finzi, mica da me. Vuole mettere in dubbio la professionalità adamantina di uno studioso del genere? Si vergogni, provocatore
            p.s.
            la informo che il suo prossimo intervento verrà cestinato

  2. Mario

    agosto 27, 2015 alle 3:44 pm

    caro Ziliani, aveva espresso un desiderio, i massimi esponenti del Trento Doc con un bicchiere di rosso in mano: detto fatto…
    Eccoli, i Lunelli, proprietari della Ferrari, in red…

  3. Lino - C.

    agosto 27, 2015 alle 8:35 pm

    con questo cosa vogliamo ribadire,un Presidente
    del Consorzio della Franciacorta,sta benissimo
    in quella foto,lo chiederemo ai suoi associati,
    io fossi in loro,no di certo,si può sostenere
    tutto,e il contraio di tutto,ma per favore…..

  4. Nicola

    agosto 28, 2015 alle 12:22 pm

    Com’è triste Erbusco
    Soltanto un anno dopo
    Com’è triste Erbusco
    Se non si ama più

    Si cercano parole
    Che nessuno dirà
    E si vorrebbe piangere
    Non si può più

    Com’è triste Erbusco
    Se nel Consorzio c’è
    Soltanto il Presidente
    Che guarda oltre te

    E non ti chiede niente
    Perché negli occhi suoi
    E dentro la sua mente
    C’è soltanto Expo

    Com’è triste Erbusco
    Soltanto un anno dopo
    Com’è triste Erbusco
    Se non si ama più

    Gli uffici e le cantine
    Non si aprono per noi
    Loro lo sanno
    Che ormai tu non ci sei

    Com’è triste Erbusco
    Di sera il Monte Orfano
    Se si cerca una mano
    Che non si trova più

    Si fa dell’ironia
    Davanti a certi prezzi
    Franciacorta, non sei più mia
    E non ti vedo più

    Addio grandi degustazioni
    Che un di’ abbondavate
    quattro stelle garantite
    Anche a lei, La Cuvée Prestige

    Troppo triste Erbusco
    Soltanto un anno dopo
    Troppo triste Erbusco
    Se non si ama più

    (Scusa, Charles)

    • redazione

      agosto 28, 2015 alle 12:31 pm

      chapeau Nicola, un capolavoro di ironia!
      p.s.
      guardi che le cantine si aprono come prima e più di prima, magari qualcuna non si sa…. Ed io, che sono stato in Franciacorta il 14 agosto, ci tornerò il 19 e 20 in occasione del Festival Franciacorta in cantina, per partecipare a due iniziative. La prima, il 19, dove pagherò i 30 euro richiesti come qualsiasi altro voglia partecipare, ed il 20 ad una verticale, invitato….
      Poi, sa quante cantine mi fanno sapere che apprezzano quello che scrivo?
      Un produttore storico, non posso fare il nome, ma storico, e di qualità impeccabile, mi ha scritto martedì mattina questo sms:
      “Perché solo tu sai dire o scrivere quello che tutti pensano?”
      Ovviamente chi mi ha scritto questo sms, che mi ha commosso, non é il Presidente del Consorzio, ça va sans dire…
      Appuntamento a settimana prossima, con un eccellente Franciacorta che proporrò alla vostra attenzione. Perché io alla Franciacorta credo e voglio bene, perché io di Franciacorta continuerò a scrivere. A modo mio, ça va sans dire… Per le veline rivolgersi altrove…

  5. Nicola

    agosto 28, 2015 alle 1:58 pm

    Sapevo che l’accenno alle cantine “chiuse” l’avrebbe colpita. Ovviamente è solo ironia.

    • redazione

      agosto 28, 2015 alle 2:07 pm

      ironia ben riuscita. E poi nessuna cantina potrebbe restare chiusa per me. Mi chiamo o non mi chiamo Franco Ziliani, come il mio omonimo, il geniale inventore della Franciacorta?

  6. Gugge

    agosto 29, 2015 alle 7:37 am

    Egr. Ziliani,
    Si chiama marketing, penso possa concerne un po’ ai cari Franciacortini.
    In alcuni casi il marketing va’ a braccetto con il marketting questo in molti giornali, blog eccc… Ove l’articolo e’ mirato a comunicare quello che il cliente vuole, sia esso inerente alla sagra del tortello di vattelapesca sia expo.
    Che non siano 1000 di media al giorno, per chi e’ stato piu’ volte all’expo e’ palese, vista la scarsa frequenza giornaliera al baretto franciacorta, se arrivano a 200 e’ gia’ tanto.
    Ossequi.

    • redazione

      agosto 29, 2015 alle 8:20 am

      Vorra’ mica mettere in dubbio le dichiarazioni del mega Presidente superexposto? Ma dai!!! E quello che scrive il “prestigioso” Cronache di disgusto diretto dal mitico Carr(i)era? 🙂

Lascia un commento

Connect with Facebook