Franciacorta Rosé Ugo Vezzoli

Denominazione: Franciacorta Docg
Metodo: classico
Uvaggio: Pinot nero, Chardonnay
Fascia di prezzo: da 20 € a 25 €

Giudizio:
8


FranciacortaRoségiugno2014 014

Ho scoperto con mia grande gioia un altro componente del club, che temo resterà a lungo un piccolo club, perché con solo 400 ettari di Pinot nero su 2750 complessivi non si possono fare miracoli, dei produttori di Franciacorta Rosé che potendo utilizzerebbero l’uva rossa borgognona in purezza. E per i quali il Rosé prevede Pinot nero a maggioranza.

E’ una piccola azienda, che dispone di 6 ettari e mezzo e produce meno di 50 mila bottiglie comprensive di Curtefranca e Igt, che ha una storia curiosa. Ha cantina e una parte dei vigneti amministrativamente situati non in Franciacorta, perché oggi la frazione San Pancrazio dove si trovano è una frazione di Palazzolo sull’Oglio, che non fa parte dell’area di produzione del Franciacorta.

In passato “il territorio di San Pancrazio era suddiviso tra tre comuni – Adro, Capriolo ed Erbusco – e quindi era a tutti gli effetti in Franciacorta, mentre ora non lo è più. Negli anni ’60, grazie ad un referendum popolare, è divenuto frazione di Palazzolo sull’Oglio (anche se dista poche decine di metri dal confine di Erbusco)”. Pertanto i vigneti di proprietà dell’azienda di cui stiamo parlando, e che porta il nome di Ugo Vezzoli, “sono per lo più situati nel comune di Adro e destinati alla produzione del Franciacorta. Altri vigneti, a San Pancrazio, nel comune di Palazzolo sull’Oglio, possono fregiarsi dell’iscrizione all’albo dell’Indicazione Geografica Tipica (IGT) Sebino”.

L’azienda produce quattro tipologie di Franciacorta, ovvero Brut, Brut millesimato, Satèn e Rosé e quest’ultimo ha potuto sinora essere realizzato solo con Pinot nero grazie alla disponibilità di un ettaro dedicato a questa varietà, e la produzione arrivava quasi a 6000 bottiglie. Purtroppo con l’estirpo di un vigneto lo scorso anno e a causa di condizioni climatiche sfavorevoli, con la vendemmia 2013 sono state prodotte poco più di 2000 bottiglie.

Nella produzione dei vini Vezzoli si avvale della consulenza del noto enologo Cesare Ferrari e nel caso del Rosé non c’é macerazione sulla buccia, il colore (molto tenue e scarico) deriva solamente dalla spremitura, la permanenza sui lieviti è minimo di 24 mesi ma si arriva anche a 30 mesi.

La tipologia di gusto è Brut, con un residuo zuccherino di circa 6 grammi litro, e la percentuale di Pinot nero varia dal 70 all’80% a seconda delle annate, completata da una parte di Chardonnay.

FranciacortaRoségiugno2014 013

Un recente assaggio di un campione di Franciacorta Rosé con sboccatura dichiarata del novembre 2013 mi ha molto positivamente colpito e credo che mi spingerà a fare presto visita alla cantina. Bello l’aspetto del vino nel bicchiere, con grande intensità di colore, un cerasuolo salmone scozzese con sfumature che virano verso l’arancio, perlage sottile, naso molto ricco, denso, fruttato, concentrato, con note di piccoli frutti rossi di bosco, spezie, accenni “cioccolatosi” e di rosa canina.

Bocca molto piena, gusto rotondo e succoso, con bella polpa e dolcezza calibrata, eppure molto dinamico e fresco sul finale, con una notevole piacevolezza di beva.

Azienda agricola Vezzoli Ugo
Via G.B. Vezzoli, 20
San Pancrazio di Palazzolo S/O ( BS)
Tel. 030-738018
sito Internet http://vezzolifranciacorta.com/index.php

_____________________________________________________________________

Attenzione!: non dimenticate di leggere anche Vino al vino
http://www.vinoalvino.org/ e il Cucchiaio d’argento!

 

 

 

Lascia un commento

Condividi

Lascia un commento

Connect with Facebook