Franciacorta Vigna Dorata Extra Brut e Rosé

Denominazione: Franciacorta Docg
Metodo: classico
Uvaggio: Chardonnay, Pinot nero
Fascia di prezzo: da 10 € a 20 €

Giudizio:
8

Denominazione: Franciacorta Docg
Metodo: classico
Uvaggio: Pinot nero, Chardonnay
Fascia di prezzo: da 10 € a 20 €

Giudizio:
8


VignaDorataExtraBrut

Fa sempre piacere scrivere di un’azienda di cui in passato non si è mai scritto. Un silenzio che non deve significare necessariamente che precedenti assaggi non avessero convinto, ma semplicemente essere dovuto al fatto che i produttori non li avessero presentati in assaggio. O che io non mi fossi accorto del loro valore. Capita.

E’ dunque per la prima volta che mi capita dunque, merito di un recente ampio assaggio di circa 150 campioni, di scrivere dell’azienda Vigna Dorata, che ha cantina e vigneti, 6 ettari, situati nella frazione Calino di Cazzago San Martino. Nemmeno vent’anni di storia per questa realtà produttiva creata nel 1995 da Luciana Mingotti e dal marito Virgilio Rocco, entrambi provenienti da famiglie di agricoltori e viticoltori, che producevano vino già negli anni Trenta del Novecento, dove oggi operano anche i figli, Luisa, studi di enologia e viticoltura, e Fabio che si è assunto l’onere di essere il cantiniere.

I vigneti, coltivati a Chardonnay, Pinot Nero, Cabernet, Merlot, Nebbiolo e Barbera (ovviamente alla produzione di Franciacorta è abbinata quella di tre Curtefranca Doc), si trovano, rivolti a sud e in leggera pendenza, su terreni morenici, ai piedi della collina e la loro posizione, se si li osserva secondo una certa angolazione, li fa apparire di colore dorato. Ecco dunque spiegato il nome suggestivo dell’azienda, la cui produzione, in gran parte basata su cinque Franciacorta (Brut, Satèn, Satèn Millesimato, affinato tra i 40 e i 50 mesi, Extra Brut e Rosé) è intorno alle 70-80 mila bottiglie, una parte interessante delle quali, circa un trenta per cento, viene esportato in Europa. Una volta conquistato il proprio spazio di mercato l’azienda ha costruito una moderna e razionale cantina dove ogni fase di preparazione dei vini dispone di un proprio spazio.

La mia recente degustazione non ha riguardato i vini prodotti in maggiore quantità, ovvero Brut e Satèn, bensì Extra Brut e Rosé, tipologie destinate a palati un po’ più complessi e a gusti ben determinati e quindi disponibili in quantitativi inferiori.

L’Extra Brut è una cuvée formata all’85% da Chardonnay e per il 15% da Pinot nero, provenienti dalla vigna denominata Sala-Colle, condotta a cordone speronato e guyot, con 5000 piante ettaro, e la tecnica di vinificazione prevede spremitura di uva intera e un affinamento minimo di 18 mesi con un dosaggio degli zuccheri di 3 grammi litro. All’assaggio ho trovato un vino colore paglierino di bella intensità con perlage sottile e continuo, naso maturo, carico, piuttosto citrico e agrumato con nette sfumature di cedro, accenni di erbe aromatiche e frutti bianchi per un insieme di bella freschezza e vivacità. L’attacco in bocca è ben secco, ampio, con una certa cremosità, largo sul palato, ricco e persistente, con bel finale vivo su nota di mandorla e nerbo acido spiccato.

VignaDorataRosé

Il Franciacorta Rosé invece, una cuvée formata all’80% da Pinot nero e per il 20% da Chardonnay provenienti dalle vigne Cava e Stresa poste in località Sala di Cazzago S. Martino, vigne esposte a sud ovest a 230 metri di altezza allevate a cordone speronato con 5000 piante ettaro, vede un dosaggio degli zuccheri da Brut di 7 grammi litro, e da 24 a 36 mesi di affinamento, con macerazione a cappello sommerso della durata da 5 a 8 ore, con una parte del vino che si affina in legno.

Colore buccia di cipolla con leggere sfumature che tendono al ramato, perlage abbastanza sottile, naso molto secco, deciso, strutturato, con accenni leggermente speziati, di caffè e cioccolato, di erbe aromatiche alloro e piccoli frutti rossi, bocca che parte secca e ricca di nerbo e si allarga piuttosto carnosa e ampia, ma con notevole freschezza e sale, bell’equilibrio e piacevolezza di beva. Due buoni Franciacorta e il mio proposito di tenere d’occhio questa azienda anche per gli altri vini.

Azienda agricola Vigna Dorata
Via Sala, 80
25046 Calino di Cazzago S.M. (BS)
Tel. 030 7254275
E-mail: info@vignadorata.it
Sito Internet www.vignadorata.it

_____________________________________________________________________

Attenzione!: non dimenticate di leggere anche Vino al vino
http://www.vinoalvino.org/ e il Cucchiaio d’argento!

1 commento

Condividi

Un commento

  1. Joseph

    luglio 15, 2014 alle 8:30 pm

    Era ora che si accorgesse anche di questa fantastica cantina!!!

Lascia un commento

Connect with Facebook