Franciacorta inizia il 2014 in positivo

logoconsorzio-franciacorta-300x181
In forte aumento gli investimenti sulla promozione all’estero

Non aspettatevi le statistiche minuziose ed i dati dettagliati che vengono periodicamente forniti dal C.I.V.C., ovvero dal Comitato Champagne sull’andamento, mese dopo mese, delle expéditions des vins de Champagne, ma sempre meglio questi pochi dati, anche se scarni, della politica del silenzio scelta da altre denominazioni. Che, siamo a maggio, non ci hanno ancora comunicato il numero esatto di bottiglie delle loro bollicine commercializzate nel corso del 2013 e se questo numero sia superiore, inferiore o identico all’andamento nel 2012.
Nel corso di un’assemblea tenutasi la scorsa settimana il Consorzio Franciacorta ha comunicato che i dati dei primi mesi del 2014 “sono incoraggianti” rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, e fanno registrare un aumento in volume del 7% e in valore del 9%. L’export cresce a doppia cifra”.
Una crescita nei primi mesi dell’anno, che non sono tradizionalmente i mesi più favorevoli alle vendite di metodo classico, è da salutare positivamente, come pure la crescita dell’export, nel quale il Consorzio crede per affiancare al mercato italiano, già fortemente convertito alla causa del Franciacorta, una serie di mercati esteri in crescita (i più dinamici sono Usa, UK, Giappone, Germania).
Testimonianza di questo impegno sono gli investimenti sulla promozione all’estero che sono passati dal 13% del bilancio 2012 al 22% del 2013 con una previsione del 37% per il bilancio 2014.

Lascia un commento

Condividi

Lascia un commento

Connect with Facebook