I giapponesi vogliono il “Flanciacorta”: inaugurato a Tokyo l’ufficio ‘Franciacorta Japan’

G.Fava_D.Giorgi_M.Zanella_Tokyo_2013

Buone notizie per il colori franciacortini da Tokyo. La scorsa settimana, come racconta un comunicato stampa, la Franciacorta ha inaugurato ufficialmente la propria presenza istituzionale in Giappone con una giornata di eventi organizzati presso l’Ambasciata italiana a Tokyo, alla presenza dell’Ambasciatore Domenico Giorgi e dell’Assessore lombardo all’Agricoltura Gianni Fava.

Un pubblico di operatori, giornalisti qualificati, personaggi di spicco della società e delle istituzioni, ha potuto approfondire la conoscenza del vino e del territorio che sempre più costituiscono motivo d‘interesse per i Paesi oltre confine tra i quali, per Franciacorta, il Giappone rappresenta il primo sbocco per l’export.

Secondo l’Ambasciatore italiano “Franciacorta è una realtà particolarmente innovativa che si distingue nel panorama molto vario del vino italiano. Nel processo di innovazione e profondo cambiamento Franciacorta è elemento dinamico non solo per sé ma anche per la produzione di vino nel suo insieme e assume valore di stimolo e di proposta per migliorare la nostra presenza sui mercati esteri. Sono grato a Franciacorta di aver scelto l’Ambasciata italiana per questo evento perché ha accettato così di inserirsi nella cornice di eventi relativi alla rassegna “3000 Anni di Vino Italiano”, con cui ci poniamo l’obiettivo di promuovere, in maniera unitaria e sistematica, la qualità e la varietà del vino italiano”.

Per il presidente del Consorzio Maurizio Zanella “Franciacorta si presenta al Giappone con l’entusiasmo di sempre e i migliori auspici per conquistare gli amanti del buon gusto in questo Paese che rappresenta la prima voce del nostro export Da oggi sarà operativo a Tokyo un ufficio di riferimento, oltre che alla versione giapponese del sito web Franciacorta, per aiutarci a diffondere il nostro brand, già conosciuto presso gli operatori ma ancora da scoprire per un gran numero di consumatori”. Durante l’evento sono stati serviti quasi 1800 calici di Franciacorta a oltre 250 ospiti selezionati, delle tipologie Brut, Satèn, Rosé, Pas Dosé, Millesimato e Riserva proposte dalle 23 cantine presenti.

L’Assessore all’Agricoltura della Regione Lombardia ha dichiarato: “la mia presenza qui vuole testimoniare l’attenzione di Regione Lombardia a quello che ritengo essere l’unico modello di crescita e sviluppo economico del nostro sistema agroalimentare. Un modello che guarda a export e internazionalizzazione non solo come forma di contrasto alla riduzione del mercato interno ma anche come una grande opportunità per affermare la varietà e la qualità delle nostre produzioni, a maggior ragione in uno dei mercati del gusto più interessanti e interessati del pianeta. Nel panorama vitivinicolo lombardo Franciacorta rappresenta l’unico vero modello di riferimento”.

E per Zanella “Il made in Italy di qualità è sempre più ricercato e apprezzato E’ un fatto culturale prima che di business, che in Giappone riceve grande attenzione. Ringrazio l’Ambasciatore e tutti gli illustri ospiti per l’accoglienza a noi riservata, invitandoli a sostenere con forza la cultura della qualità che in Giappone, da sempre, trova terreno fertile e che, come Franciacorta, ci sentiamo di rappresentare”.

E così d’ora in poi ai giapponesi sarà sempre più facile trovare il loro “Flanciacorta”…

 

1 commento

Condividi

Un commento

  1. Paolo torchioooo

    novembre 24, 2013 alle 2:09 pm

    Non sarebbe più coerente flanciacolta?

Lascia un commento

Connect with Facebook