Trento Doc Brut riserva 907 2008 Cantina d’Isera

Denominazione: Trento Doc
Metodo: classico
Uvaggio: Chardonnay
Fascia di prezzo: da 10 € a 20 €

Giudizio:
8


BottigliaTrentoDocIseraFOR THE ENGLISH VERSION CLICK HERE

Non dovrei aggiungere alcunché, se non cambiare l’intestazione e l’annata del vino degustato, a questo articolo, pubblicato nel luglio 2011 e dedicato alle annate 2006 e 2005 di questo ottimo Trento Doc.

L’unica cosa che è cambiata è il sito Internet del produttore, che si è fatto davvero bello, per il resto ci troviamo sempre ad Isera, borgo della Vallagarina situato a poca distanza da Rovereto, celebre per essere uno dei luoghi di produzione principe del Trentino Marzemino.

Ad Isera dove opera, davvero molto bene, la Cantina di Isera, fondata in quel 1907 quando il Trentino faceva ancora parte dell’Impero Asburgico che oggi conta su oltre 200 soci, su una superficie di 230 ettari, che conferiscono ad ogni vendemmia mediamente 25.000 quintali di uve che si traducono in una produzione valutata intorno alle 600.000 bottiglie circa ripartite tra i principali vitigni coltivati in zona: Chardonnay, Pinot grigio, Müller Thurgau, Cabernet, Teroldego, Rebo, Schiava e naturalmente Marzemino, di cui la cantina produce tre diverse selezioni, in larga parte provenienti da vigneti posti su terreni basaltici.

I vigneti, in larga parte a pergola trentina, si distribuiscono nella zona centrale della Vallagarina a una quota compresa tra 200 e 700 mt sulle colline più alte che circondano la valle. Direttore di questa cantina è una persona, Fausto Campostrini, che, trentina di nascita, e agronomo di formazione (scuola Istituto San Michele all’Adige), ha maturato importanti esperienze, come responsabile del settore tecnico, anche in altre zone, come la Franciacorta.

La Cantina di Isera produce tre Trento Doc, Brut, Extra Brut e Brut riserva, da uve Chardonnay in purezza, e ancora una volta al mio assaggio ha pienamente convinto il Brut riserva 907 (data di fondazione della cantina), annata 2008, maturato 40 mesi sui lieviti, 4,5 grammi zucchero per litro il dosaggio, 5,8 l’acidità totale, 5000 le bottiglie prodotte (con un packaging semplice e ben curato) e un prezzo intorno ai 15 euro.

Di questo 2008 la Cantina dice che è figlio di un “millesimo generoso, che offre un Trento doc che è la libera espressione del connubio tra terreno e annata, evitando di imbrigliare tale rapporto nella standardizzazione delle sensazioni che il lungo tempo di maturazione sui lieviti produce nell’appassionato cultore della bollicina”. E la continuità dello stile dell’azienda nel Trentodoc “è proprio l’espressione delicata e rispettosa dell’azione del “terroir” di origine sulle sue uve che, con il tempo di affinamento, produce un vino dalle sensazioni nitide, pulite, non costruite, piacevoli”.

CantinaIseraTrentoDoc

Degustato alla cieca a fine settembre a Trento, in un esemplare con sboccatura 2012, il vino mi ha ancora una volta convinto con il suo colore paglierino vivace, molto luminoso, il perlage vivace, anche se le bolle non sono finissime, con il suo naso che evoca note di ananas, agrumi (pompelmo in particolare), fiori secchi, con una vena di mandorla leggermente tostata. La bocca è ricca, ampia, consistente, matura, con una grande materia larga sul palato e una certa quale cremosità e morbidezza.

A cercare, con il lanternino, un limite a questo Trento Doc è una certa carenza di energia e dinamismo, anche se ha il vino un’indubbia piacevolezza e una buona persistenza lunga e si fa bere benone.

Cantina d’Isera
via al Ponte 1
38060 Isera TN
tel. 0464 433795
e-mail info@cantinaisera.it
sito Internet www.cantinaisera.it

___________________________________________________________

Attenzione!
non dimenticate di leggere anche Vino al vino

http://www.vinoalvino.org/

1 commento

Condividi

Un commento

  1. Pingback: Isera, la stella del TRENTODOC ← Trentino Wine Blog

Lascia un commento

Connect with Facebook