Sabato e domenica Festival Franciacorta in cantina: ma 30 aziende tornano insieme a Villa Lechi

VillaLechi

Lo sanno ormai anche i sassi che sabato 28 e domenica 29 ci sarà l’annuale edizione, la quarta, del Festival Franciacorta in cantina. E poiché è on line uno sciccosissimo efficiente sito Internet dedicato, opera degli amici di New Target group, con tutto il programma degli eventi, eviterò di darvi anche qui il programma rinviandovi alla visione del sito stesso.

Voglio invece segnalarvi – anche in questo caso è in azione un sito Internet – una manifestazione che si svolgerà nell’ambito del Festival Franciacorta in cantina, ovvero il Banco d’assaggio di trenta cantine franciacortine, tutte aderenti al Consorzio, Cantine in villa, che si svolgerà il 28 e 29, dalle 10 alle 20, in quel posto bellissimo che fino a cinque anni orsono ha ospitato la vecchia formula del Festival Franciacorta, ovvero la Villa Lechi di Erbusco, il più grandioso fra i palazzi di Erbusco, fatto costruire dai Martinengo fra il Cinquecento e il Seicento.

L’elenco delle cantine che saranno presenti a questo festival nel Festival lo trovate qui, e invece qui il programma degli eventi che faranno da corollario a questo banco d’assaggio.

VillaLechiFestivalFranciacorta

Non si può che salutare favorevolmente, nell’ambito di un programma del Festival Franciacorta che era già di per sé molto interessante, ricco e articolato, anche questo piccolo ritorno all’antico e la ripresa di una formula che ha dimostrato di essere molto gradita agli eno-appassionati nonché ad una parte di produttori, ma che non ha potuto essere mantenuta per problemi logistici e organizzativi, perché con l’accresciuto numero di aziende franciacortine, ormai intorno alle 110, non esiste oggettivamente sul territorio franciacortino (magari c’è, ma a Brescia) una location che possa ospitare degnamente la manifestazione secondo la vecchia formula. Assicurando pieno confort e ospitalità e non una situazione caotica a tutte le persone che volessero partecipare.

Questo va ricordato, ovviamente battendo le mani a chi ha voluto organizzare, in sintonia e nell’ambito del Festival Franciacorta, Cantine in villa.

___________________________________________________________

Attenzione!
non dimenticate di leggere anche Vino al vino

http://www.vinoalvino.org/

9 commenti

Condividi

9 commenti

  1. Lorenzo Gatti

    settembre 23, 2013 alle 8:33 pm

    Bravo Franco che hai sottolineato Le cantine in villa. Tanto ostacolato dal Consorzio…Ti abbraccio a presto

    • Zakk

      settembre 24, 2013 alle 2:02 pm

      Come mai ostacolato?
      Pur nutrendo poco interesse per il Franciacorta mi sa che nel week end farò un giro per dare il mio mini contributo a questa lodevole iniziativa.
      Per me quello è l’unico festival di franciacorta, il resto è “cantine aperte”

      • Franco Ziliani

        settembre 24, 2013 alle 2:09 pm

        Io ci andro’ sabato vogliamo incontrarci? Prometto che non la picchio 🙂

  2. Michele Tarentini

    settembre 23, 2013 alle 9:06 pm

    W villa Lechi! Finalmente si ritorna

  3. Franciacortino Ribelle

    settembre 24, 2013 alle 3:26 pm

    Era ora che qualche cantina si decidesse di fare il festival vecchia maniera proprio durante il festival del consoerzio!
    tante cantine non hanno spazzi per ospitare la tantissima gente che arriva in franciacorta…e giustamente si è riunita!
    se non fai pagare un sacco di soldi ai visitatori e mangiare come dei maiali, perchè di conoscere il fraciacorta non gliene importa a nessuno, per questo possono farlo tutti i giorni che vogliono, il festival non esisterebbe nemmeno.
    un modo per “farsi conoscere” e “fare soldi”…che poi sappiamo ben tutti dove si arriva!
    sicuamente, in villa lechi, avranno più successo le cantine rappresentate che le solite!

    • Franco Ziliani

      settembre 24, 2013 alle 4:38 pm

      non devo difendere l’operato del Consorzio, che semmai vorrà farlo si difenderà da solo.
      I numeri però testimoniano che la formula attuale, Franciacorta Festival in cantina, ha avuto successo e dimostrano che l’antica formula di Villa Lechi non poteva essere mantenuta, se non per un numero ristretto, come quest’anno, di aziende.

  4. max perbellini

    settembre 24, 2013 alle 7:23 pm

    Sarà, ma per me la vecchia formula con banco di assaggio di tutte le aziende era sempre la più gradita, e non solo da me: come ho sparso la voce che una buona rappresentanza di cantine ritornava a Villa Lechi subito in molti verranno con me a farci un giro, con la formula del Festival nelle cantine andavo sempre da solo.
    Quanto alle difficoltà logistiche secondo me sono solo una scusa per non fare più l’evento come una volta…
    Max Perbellini

    • Franco Ziliani

      settembre 25, 2013 alle 10:56 pm

      Nessuna scusa ma la verità’ e insistere a dire cose diverse e’ demagogia o speculazione

  5. Mario Gagliardi

    settembre 25, 2013 alle 9:37 pm

    Caro Franco, buonasera. Per quello che riguarda me, assieme ai miei amici Bergamaschi, i primi brindisi inizieranno venerdì sera alla Dispensa . Validissima e brillante iniziativa alla quale aderirò .Ci vedremo? Sabato pomeriggio , probabilmente faremo qualche schicchera con buoni Franciacorta a Villa Lechi. Permettimi di usare i tuoi spazi per salutare Lorenzo Gatti, e buon Festival a tutti.

Lascia un commento

Connect with Facebook