Oltrepò Pavese metodo classico Cruasé Berté & Cordini

Denominazione: Oltrepò Pavese Docg
Metodo: classico
Uvaggio: Pinot nero
Fascia di prezzo: da 10 € a 20 €

Giudizio:
8


FOR THE ENGLISH VERSION CLICK HERE

Avevo già promesso, circa due mesi orsono, scrivendo della Cuvée della Casa, che sarei tornato ad occuparmi delle “bollicine” della linea Berté Cordini, selezione di punta dell’azienda Cantine Francesco Montagna di Broni.

Lo faccio non solo per riconoscenza, perché questo produttore i suoi vini alla mia “mini degustazione” (mini non per volontà mia) di metodo classico oltrepadani fatta qualche tempo fa e qui commentata, li ha regolarmente presentati, ma perché i vini prodotti da questa cantina, rilevata nel 1974 dai proprietari terrieri Montagna e posta nel cuore di Broni mi convincono e mi piacciono.

Merito dei vigneti da cui provengono le uve Pinot nero utilizzate, ben posizionati in collina su terreni tendenti al calcareo argilloso, ma anche del lavoro del giovane enologo aziendale Matteo Berté, che ha maturato esperienze di lavoro anche in California e a Bolgheri, facendo tesoro tecnicamente di questi stage, ma senza farsi prendere dalla balzana idea di replicare vini sullo stile di quelle zone nella sua terra.

Il metodo classico che voglio segnalarvi oggi appartiene a quella tipologia che, a parole, dovrebbe rappresentare la “punta di diamante” della produzione spumantistica oltrepadana. Tipologia cui dovrebbero essere affidati un riscatto e una “nuova immagine” che in realtà appartengono più ai desiderata e alle buone intenzioni (o a progetti legati a personaggi che oggi non hanno più alcun ruolo all’interno del Consorzio tutela vini…) o ai proclami che alla realtà. Sto parlando del metodo classico Pinot nero in versione Rosé cui è stato dato il singolare di Cruasé.

Continuo a pensare che non un miracolo, ma il trionfo del normale buon senso e un buon uso dell’intelligenza mi consentirà prima o poi (non credo che richieste del genere abbondino…) di fare una degustazione comparativa, onesta e alla cieca, di tutti i Cruasé (quanti sono?) disponibili sul mercato, intanto provvedo a segnalarvi questo di Berté Cordini – Cantine Francesco Montagna veramente ben fatto e godibile.

Un Pinot nero in purezza, con il 90% delle uve sottoposte a pressatura diretta ed un 10% a macerazione, per estrarre colore e sostanza, con un dosaggio degli zuccheri ragionevole bloccato a 6 grammi ed un affinamento di 25 mesi sui lieviti.

BertéCruasé

Colore rosa antico-melograno salmoncino pallido, più che buccia di cipolla, di bella intensità e brillantezza. Naso ben secco con note floreali di rosa di bosco abbinate ad una nitida componente agrumata (pompelmo rosa, mandarino) e note di erbe aromatiche. In secondo piano un piccolo frutto rosso in un insieme di buona fragranza ed essenzialità minerale.

La bocca è morbida e rotonda, larga e piena, succosa, con un bel frutto polputo, una certa cremosità e bella sostanza e vinosità. Sul palato la bolla è croccante e aggressiva con persistenza lunga e viva, una bella vena sapida e minerale con energia nervosa che spinge.
Un Cruasé che ha pienezza, equilibrio, acidità ben calibrata e che si fa bere, cosa che non accade spessissimo con i metodo classico oltrepadani, molto bene.

Cantine Francesco Montagna
via Cairoli 67 Broni
tel. 0385 51028
sito Internet http://www.cantinemontagna.it/home.htm

___________________________________________________________

Attenzione!
non dimenticate di leggere anche Vino al vino

http://www.vinoalvino.org/

1 commento

Condividi

Un commento

  1. Alberto Fiori

    agosto 10, 2013 alle 5:07 pm

    Complimenti Teo!

Lascia un commento

Connect with Facebook