Il Franciacorta Brut Millesimato 2008 Fratelli Berlucchi Regional Trophy ai Decanter World Wine Awards

FratelliBerlucchiDecanterAward

FOR THE ENGLISH VERSION CLICK HERE

A poca distanza da questo annuncio di un’iniziativa importante che vedrà la Franciacorta ed i suoi vini protagonisti in terra inglese, torno ad occuparmi del rapporto tra la zona vinicola bresciana ed il Regno Unito con una bella notizia. Una good news che ho il piacere di dare data l’antica amicizia che mi lega a questa azienda e alla sua indomita patronne, quella splendida Signora del vino che corrisponde al nome di Pia Donata Berlucchi, imprenditrice esemplare e termine di riferimento per chiunque ami il vino di qualità.
L’azienda di Borgonato di Cortefranca, l’Azienda Agricola Fratelli Berlucchi, 400 mila bottiglie prodotte ogni anno, ha ottenuto il prestigioso e significativo riconoscimento del Regional Trophy”, nella categoria “Sparkling over 15” con il suo Franciacorta Brut del 2008 (anche gold medal) nell’ambito del Decanter World Wine Awards, organizzato dal 2004 dalla celebre rivista britannica Decanter.

PiaBerlucchi

L’azienda ha complessivamente ricevuto cinque medaglie – due argenti e tre bronzi – anche se il riconoscimento andato al Franciacorta Brut 2008, entrato nella rosa dei 155 vini internazionali selezionati tra i 14.362 in assaggio rappresenta un riconoscimento che premia la Franciacorta tutta e l’intero panorama produttivo italiano del metodo classico. Il vino premiato è una cuvée di Chardonnay, Pinot bianco all’ 85%, Pinot nero al 15%.
Alla cara amica Pia Donata e alla figlia Tilli Rizzo, responsabile della Comunicazione e dell’export i complimenti più sinceri di Lemillebolleblog.

3 commenti

Condividi

3 commenti

  1. Mauro ArdeCore

    giugno 29, 2013 alle 11:42 pm

    Non è però singolare, o comunque interessante, notare che il vino premiato sia una cuvée “atipica” o quantomeno poco usuale per la Franciacorta?

  2. Giovanni

    giugno 30, 2013 alle 12:25 pm

    Atipica? Proprio non direi. Se sommi la percentuale di Chardonnay e Pinot Bianco di tante altre importanti aziende franciacortine , Ca’ del Bosco su tutte, vedrai che non e’ cosi.

    • Mauro ArdeCore

      giugno 30, 2013 alle 11:38 pm

      Chiedo scusa, leggendo un po’ di corsa avevo inteso che nella cuvée ci fossero solamente pinot bianco e noir, ed omettendo lo chardonnay.
      Effettivamente, la base varietale riportata è più decisamente “classica”.

Lascia un commento

Connect with Facebook