Champagne Brut Grand Cru François Billion

Denominazione: Champagne
Metodo: classico
Uvaggio: Chardonnay
Fascia di prezzo: da 20 € a 25 €

Giudizio:
7


Champagne 005

FOR THE ENGLISH VERSION CLICK HERE

Non cercate notizie di questo piccolo récoltant manipulant su Internet. Troverete poco e niente.
Non un sito Web aziendale, ma solo la notizia che si tratta di un piccolo vigneron attivo dal 1959 in quel villaggio, tutta una garanzia, che si chiama Le Mesnil s/Oger, nel cuore della “Cotes de Blancs”, comune classificato Gran Cru, che coltiva vigneti tutti a Chardonnay vecchi di almeno quaranta anni, che ha solo due ettari di proprietà, e produce circa 20.000 bottiglie anno.
Altre cose che si riescono a sapere è che la vinificazione avviene in acciaio e legno e che di solito non viene effettuata la fermentazione malolattica.  Eppure Jean Paul Billion alias François Billion è un produttore tutt’altro che ordinario ed i suoi Champagne che hanno tutti un bassissimo dosaggio degli zuccheri, anche nel caso dei Brut meritano attenzione.
Io grazie alla passione di Daniele Visconti dell’eccellente Trattoria Visconti di Ambivere, una decina di chilometri da Bergamo, che è un attento selezionatore di vini e di “bollicine”, tra cui Champagne e Franciacorta, ho potuto degustarne uno, il Brut Grand Cru non millesimato, 36 mesi sui lieviti 4 grammi di zucchero nel dosaggio, che mi ha convinto pur senza non entusiasmarmi come mi attendevo trattandosi di uno Champagne targato Le Mesnil s/Oger.
Paglierino brillante verdognolo il colore, perlage abbastanza fine e continuo, si propone con un naso incisivo dove dominano la frutta secca (noce soprattutto e mandorla), una nitida componente floreale e una leggera vena di miele a comporre un bouquet di grande fragranza e pulizia, di buona eleganza.

Champagne 002

Molto bello l’attacco in bocca, molto rotondo e succoso, senza asperità, con una componente fruttata spiccata e di buona polpa. Nello sviluppo il vino delude un poco, perché pur essendo uno Champagne scopertamente concepito per farsi bere senza tante storie, per piacere a tutti, quando si ricerca la multidimensione e la complessità questa fa un po’ difetto, perché il nerbo salato c’è, una certa quale mineralità pure, ma la profondità, quello scatto che fa la differenza tra un vino sicuramente buono, come questo, ad uno eccellente, mi spiace ma non ci sono.
Anche se il vigneron è un piccolo recoltant manipulant, e Le Mesnil s/Oger un grand cru nella classificazione severissima della Champagne.

___________________________________________________________

Attenzione!
non dimenticate di leggere anche Vino al vino

http://www.vinoalvino.org/

2 commenti

Condividi

2 commenti

  1. al

    giugno 5, 2013 alle 11:16 am

    Si chiama Billion non billon

  2. Pingback: Champagne Brut Grand Cru François Billion | Il Prosecco

Lascia un commento

Connect with Facebook