Affinamento ed evoluzione dei Franciacorta: il ruolo del dégorgement

CantinaDerbuscoCives

Un’iniziativa di Derbusco Cives giovedì 30 maggio in cantina

Ho già salutato più volte con soddisfazione su questo blog l’avvento in terra di Franciacorta di quest’azienda che ha subito esordito con un livello qualitativo elevato e proponendo un’idea alta e ambiziosa delle proprie “bollicine” ed ora che Derbusco Cives ha ultimato e inaugurato la propria cantina, posta proprio all’inizio di Erbusco (Via Provinciale 84 Erbusco), sono molto contento di sottolineare la vivacità, anche commerciale, con cui si sta muovendo.
Non solo avendo scelto di farsi distribuire in Italia da un soggetto di grande serietà come Cuzziol, ma di animare la cantina. Lo fa in due modi, avendo allestito un’accogliente sala degustazione e punto vendita aperta in questi orari: lunedì dalle 14 alle 19, giovedì, venerdì, sabato dalle 10 alle 14 e dalle 16 alle 22, domenica dalle 10 alle 14 e dalle 16 alle 20. Degustazioni che possono essere concordate contattando Raffaello Vezzoli al 334 6753096 mail raffaello@vezzolivini.it.
E poi anima la cantina, Derbusco Cives, organizzando, con il titolo di Taste & Buy, diverse iniziative.

DerbuscoTasteBuy

Voglio segnalarne una, che si svolgerà giovedì 30 maggio alle 20.30, dal titolo “Il valore del tempo dégorgement affinamento ed evoluzione di un Franciacorta”. In degustazione, immagino con sboccature diverse, il Derbusco Brut millesimato 2005-2006-2007, presentato dall’enologo Raffaello Vezzoli, mentre a seguire lo chef Alberto Vezzoli proporrà (costo di partecipazione 35 euro) un menu così scandito: Antipasto Derbusco, Risotto porri e robiola e tartare dello chef.
Per informazioni e prenotazioni: 334 6753096 030 7731164 info@derbuscocives.com

DerbuscoCantina2

1 commento

Condividi

Un commento

  1. Nistor

    dicembre 30, 2014 alle 10:10 am

    A pensar male e’ peccato ma quasi sempre si ci indovina . Così dice il grande Andreotti . Ma stavolta forse non e’ così .io parlo per me , e se a volte mi capita di essere in accordo con altri lettori non la può prendere come una congiura personale Se va indietro nei vari commenti , ho conosciuto il sig Marco avendo con lui idee divergenti . Il bello di un blog e’ proprio questo. Ognuno dice la sua, rispettando le idee altrui, avendo la LIBERTc0 di non condividerle Se lei sig. Ziliani ogni qualvolta che qualcuno non la pensa come lei, si infervora pensando che sia una crociata nei suoi confronti . Così facendo non fa’ altro che alimentare la teoria Andreottiana Tutto e’ nato dall’idea del PRESIDENTE di mettere al bando la parola bollicine . Tutti in vario modo, giusto o sbagliato abbiamo dato un nostro pensiero schierandoci ..Lei sig Ziliani ha preferito non farlo Si e’ astenuto e anche per questo va rispettato Ma non può pretendere che tutti facciano lo stesso Le ricordo che il confronto e il contraddittorio sono le fondamenta per dar vita a una forma più civile di democrazia Lei che ha la possibilità glie lo ricordi al PRESIDENTE.

Lascia un commento

Connect with Facebook