Nebula sparkling wine Vallana: un Nebbiolo metodo classico davvero ben riuscito!

Denominazione: Altre Bollicine
Metodo: classico
Uvaggio: Nebbiolo
Fascia di prezzo: da 20 € a 25 €

Giudizio:
8


NebulaSparklingNebbiolo

FOR THE ENGLISH VERSION CLICK HERE

Che uva strepitosissima il Nebbiolo! Con questo re dei vitigni, piantato nei posti giusti e affidato alle mani di vignaioli che lo onorano e rispettano si può veramente ricavare di tutto. Rossi giovani con la frutta vivacizzata dalla presenza centrale del tannino, rossi importanti “de garde” da sfidare il tempo, persino rosati, oh yes, pieni di carattere e non privi di fragranza e appeal. E poi, incredibile ma vero, anche delle “bollicine” metodo classico.
Conoscevamo già, e apprezzavamo, alcune prove riuscite con successo nella sacra terra di Langa, come ad esempio l’Erfacrife, e sappiamo che altrettanto sta facendo nella sua cantina di Serralunga, Sergio Germano. Mentre i Vajra a Vergne di Barolo il Nebbiolo l’hanno maritato, benissimo, con il Pinot nero.

Ma non sapevo che anche nell’area delle Colline Novaresi, dove il Nebbiolo viene onorato a dovere, ci fosse chi il Nebbiolo lo pensa sotto forma di bollicine. Ho così appreso dell’esistenza del Rosé metodo classico Hallé Rosé dell’azienda vitivinicola Enrico Crola di Oleggio, e di un altro ancora, nel corso di una recente splendida visita, per cui devo ringraziare, perché ha scelto lei di darci appuntamento proprio in quell’azienda, la collega wine writer e wine blogger americana Alice Feiring. Di cui raccomando la lettura del bellissimo libro, appena tradotto da Slow Food editore, Vino (al) naturale.

Il Rosé metodo classico base Nebbiolo che ho scoperto e che ora è solo un divertissiment, visto che ne è stato prodotto solo un ridottissimo numero di magnum, è quello di un’azienda che è un must nell’ambito delle storiche denominazioni nebbiolesche novaresi, Boca in primis, poi Gattinara e quindi Colline Novaresi. L’azienda, che potete trovare a Maggiora, a pochi chilometri da Borgomanero, si chiama Vallana, e ha una storia, molto interessante, che giustifica pienamente che il sito Internet presenti l’azienda come Vallana Wines.

Leggiamo difatti che “nel 1980 Giuseppina Vallana, figlia di Bernardo e Marina Vallana, sposò il professore inglese Guy Fogarty e Bernardo Vallana impiegò gli ultimi anni di vita tramandando il mestiere al genero. L’incontro di una donna Alto-Piemontese con la passione per l’arte e il vino con un gentiluomo inglese con una grande esperienza internazionale portò alla produzione di vini elegantissimi, apprezzati in tutto il mondo”. E oggi, dopo la morte prematura di Guy Fogarty nel 1996 “Giuseppina guida ancora l’azienda, in piena collaborazione con i figli: Francis, enologo con un dottorato in Viticoltura, Marina, filosofa e sommelier internazionale, e Miriam, laureata in Russo e Tedesco e che sta completando un Master in Germania”. Per cui l’inglese, con grande soddisfazione di Alice (e un po’ meno mia, che lo “parlo” e capisco per modo di dire) in casa Vallana è prassi comune.

SparklingNebbioloVallana

Ecco perché, sulla bottiglia, meglio sul magnum di questo Nebbiolo “bollicinaro” denominato, con intelligente intuizione, Nebula, che è una bella variante latinorum sul nome Nebbiolo, non leggiamo metodo classico bensì Sparkling wine, e poi Brut Rosé. Il buon Francis Fogarty – Vallana ha raccontato ad Alice e a me che si tratta di un esperimento con buone possibilità di riuscita, visto a Vallana riescono a produrre vini che grazie all’acidità e ai terreni con grande abbondanza di porfido nei terreni hanno ricchezza di sapore, freschezza e una lunghissima (bevuto uno Spanna 1955 da capottarsi tanto era buono e vivo) tenuta nel tempo.

Da uve Nebbiolo della vendemmia 2010 uno “champenoise”, che abbiamo assaggiato in un esemplare con dégorgement di un anno, decisamente secco, quattro grammi litro il dosaggio degli zuccheri, e soprattutto incoraggiante e ben fatto.  Abbastanza fine e continuo il perlage , bello il colore, un melograno acceso che vira verso un tono leggermente granato, e naso, intensamente ed inconfondibilmente varietale, nebbioloso, con ribes, lampone, liquirizia, accenni vegetali e di rosmarino in evidenza, eppure, se con prevalenza di toni selvatici, molto succoso, caldo.

Ottima la coerenza in bocca, dove il vino sciorina una bella vinosità e una bella polpa ampia e carnosa, ma bella, anche se la materia è importante ed una certa carica tannica si fa giustamente sentire, anche la freschezza, la vena di sale, che rende il gioco delle bollicine croccante e vivace. Per essere una prima prova, decisamente gastronomica, da gustare a tavola e non da proporre come aperitivo, un innegabile successo. My God, che miracoli che fa Monsù Nebbiolo!

Antonio Vallana e Figlio
Via Mazzini 3
28014 Maggiora (NO)
Tel:    +39 (0) 322-87116
Fax:   +39 (0) 322-87979
e-mail: info@vallanawines.com
sito Internet http://www.vallanawines.com/vallana/Benvenuto.html

2 commenti

Condividi

2 commenti

  1. Pingback: Nebula sparkling wine Vallana: un Nebbiolo metodo classico davvero ben riuscito! | Benvenuti da FISAR - Delegazione di Milano

  2. Pingback: Garantito… da me! Colli Novaresi Spanna 2008 e 2010 Vallana | Blog di Vino al Vino

Lascia un commento

Connect with Facebook