Champagne Brut Grand Cru Ernest Remy

Denominazione: Champagne
Metodo: classico
Uvaggio: Pinot noir
Fascia di prezzo: da 25 € a 35 €

Giudizio:
9


 Mirabella 002

FOR THE ENGLISH VERSION CLICK HERE

Devo dire grazie ancora una volta ad un autentico appassionato di Champagne prima che bravo commerciante di vini, il gardesano Vittorio Vezzola (che non ho ancora avuto il piacere di incontrare) animatore del sito di e-commerce Vendite Champagne (prossimamente Spumeggiando) per avermi fatto scoprire la piccola Maison produttrice del Brut di cui vi parlerò oggi.
E devo anche confessare il mio “conflitto d’interessi” ed il nostro “business” che prevede una semplice e normalissima cosa: lui mi manda da assaggiare qualche Champagne, una bottiglia per tipo (e finora i tappi non ci hanno ancora foutu), io li assaggio e se mi piacciono – e dannatamente bravo lui nel scegliere vini che incontrano il mio gusto – io ne scrivo. Così è successo anche in questo caso.
Sapendo che io amo gli Champagne un po’ particolari mi ha inviato questo Blanc de Noir di una piccola Maison posta in un villaggio del nome leggendario, ovvero Mailly-Champagne, uno dei 17 comuni classificati 100%, ovvero Gran Cru, della Champagne. Un comune nella Montagne de Reims posto a 8 chilometri a sud di Reims e a nord di Epernay.
La Maison – visitate qui il sito Internet –  si chiama Ernest Remy, e con i suoi 15 ettari di proprietà, posti a Mailly-Champagne, Verzenay e Verzy (altri due comuni Grand Cru) realizza una produzione dalle caratteristiche direi quasi… franciacortine. Inteso come numero ridotto di bottiglie.
Una Maison, allora chiamata Remy Dubois, fondata intorno al 1883 da Isabey e Zelia Remy. Alla morte del loro figlio, Victor, l’azienda chiude per poi riaprire nel 1925, grazie ad Ernest Remy, che fu anche sindaco dal 1947 al 1959 di Mailly-Champagne. Nel 1975 alla sua morte l’azienda viene presa in mano dalla moglie Marie Antoinette e dalla figlia Elisabeth mentre oggi la barra è passata alla pronipote Alice con il marito Tarek.
Nella vasta gamma dei vini, che Vendite Champagne/Spumeggiando, propone, ho scelto, complimentandomi per l’ottimo rapporto prezzo-qualità, 28 euro, il Brut Grand Cru non millesimato, cuvée di uve di annate diverse, un Blanc de Noir 100% Pinot noir della Montagne de Reims 100% Grand Cru, che si affina 24 mesi sui lieviti e presente un dosaggio di 7 grammi zucchero per litro.

Mirabella 008

Uno Champagne, ottimo da aperitivo, su piatti freddi, antipasti a base di pesce, salumi (lo vedo bene con un prosciutto crudo di Parma o San Daniele ben stagionato, o su un sapido prosciutto toscano), che potete portare e gustare anche a tavola su crostacei e piatti a base di pesce non salsato.
Bellissimo il colore, un oro carico di grande lucentezza e ricco di riflessi, perlage molto sottile e continuo nel bicchiere, e subito un naso che ti colpisce per la sua insinuante capacità di entrarti dentro, molto secco, diretto senza mediazioni, e complesso, giocato sul versante del sale, della mineralità più petrosa, ma anche della fragranza floreale, fiori bianchi secchi e fiori d’arancio, e della componente, molto evidente, di frutta secca, mandorla e nocciola appena tostate, e delle erbe aromatiche, con una leggera speziatura e un qualcosa che ricorda il miele ed il pain d’épices. Un bouquet fresco, complesso, di grande eleganza.
E poi, in perfetta coerenza l’attacco in bocca altrettanto secco, diretto, incisivo, verticale e profondo, con nerbo preciso e di grande mordente, la bella armonia sul palato, dove il vino si dispone, è un Pinot noir!, largo e carnoso, e la persistenza lunga tutta pietra focaia, mandorla e tanto sale, che regala al vino, morbido quanto può esserlo un Brut senza eccessi e ben calibrato, una grande piacevolezza.
E con un prezzo inferiore ai 30 euro, tra i 26 ed i 28, come non si può non considerare questo Blanc de noir quello che in termine anglosassone si definisce great bargain e best buy?

___________________________________________________________

Attenzione!
non dimenticate di leggere anche Vino al vino

http://www.vinoalvino.org/

1 commento

Condividi

Un commento

  1. Livia Riva

    maggio 10, 2013 alle 2:18 pm

    Ho trovato anche io, sempre grazie all’amico Vittorio, una grande piacevolezza ed eleganza in questi vini, per quanto non molto conosciuti (era la prima volta con Remy anche per me).
    Direi una sapiente capacità di trattare il Pinot Noir come si deve, con un risultato eccellente in termini qualitativi e piu’ che eccellente in termini di prezzi.
    Santé Franco….

Lascia un commento

Connect with Facebook