Pizza e Franciacorta: un appuntamento-abbinamento da non perdere giovedì 7 a Erbusco!

pizzaFranciacorta

Siete degli amanti della pizza? Vi piacciono le “bollicine” targate Franciacorta Docg? Pensate, come me che quello tra Franciacorta Docg e pizza sia un abbinamento con i controfiocchi? Che si possano abbinare e godere i vari Brut, Satèn, Extra Brut e Dosaggio Zero e Rosé (don’t forget) con pizza Margherita, Quattro Stagioni, Napoletana, Romana, prosciutto e funghi, ecc. ecc. e tutto quanto la fantasia di un bravo pizzaiolo riesce ad inventare?

Bene, allora non perdetevi assolutamente, io non lo farò di certo, l’appuntamento di giovedì 7 febbraio alle 20 presso il Ristorante Pizzeria La Sciora (Via Costa, 1) ad Erbusco capitale della Franciacorta, organizzato da quel giovane gruppo denominato FranciacortAppassioNati, che come ho scritto ha appena spento la candelina del primo compleanno.

Sarà davvero, come annunciano in un comunicato “un’occasione unica per abbinare il Franciacorta nelle tipologie Brut, Satèn, Extra Brut e Dosaggio Zero con più svariati tipi di pizza. Dalla classica margherita alla pizza salsiccia e grana passando per la pizza speak e brie a quella con le verdure grigliate”.
Fan1La serata, dicono, “nasce per spiegare come l’abbinamento Pizza e Franciacorta sia non solo possibile ma anche buonissimo. I FranciacortAppassioNati vorrebbero raccontare come il consumo di Franciacorta non debba rimanere relegato ad occasioni di consumo formali e non sempre accessibili per i giovani. Il Franciacorta può essere bevuto al bar sotto casa come aperitivo o anche in pizzeria. Questo lo scopo della serata Pizza e Franciacorta che parte a La Sciora ma vorrebbe diventare un format esportabile in molte delle tante pizzerie di Brescia e provincia”.

Nel corso della serata sarà “votato l’abbinamento tra la tipologia di Franciacorta ed il tipo di pizza più gradito, verrà poi fatta un’estrazione tra coloro che avranno indicato l’abbinamento più votato. Il vincitore si porterà a casa una bottiglia da tre litri (Jeroboam) di Franciacorta autografata da tutti i FAN”. Il costo della serata è 20 euro ed include tre calici di Franciacorta e assaggi di pizza a volontà, acqua, caffè e frittelle.

E poiché “I posti sono limitati ed è indispensabile la prenotazione, scrivendo a fan.franciacorta@gmail.com oppure telefonando al 334.6753096”. Io la mia conferma l’ho già mandata, e voi cosa aspettate?

___________________________________________________________

Attenzione!
non dimenticate di leggere anche Vino al vino

http://www.vinoalvino.org/

una cosa mi pare certa da qui al prossimo 24-25 febbraio: occorre Fare per Fermare il declino!

7 commenti

Condividi

7 commenti

  1. zakk

    febbraio 4, 2013 alle 4:39 pm

    niente da dire, a livello di mercato la Franciacorta sta un passo avanti a tanti: si vuole allargare la base dei fruitori di Franciacorta? Bene, serata con pizza, che di questi tempi i ristoranti classici soffrono, e anche lo studente di 5° liceo una sera con la sfittinzia ce la fa.
    Bravi.
    Che poi venga un huon abbinamento è tutto da vedere, le acidità del vino (seppur poca) e del pomodoro, a memoria, fanno a pugni…. ma la base dei potenziali consumatori ha un palato talmente ruvido (e loro sono così tanti) che andrà magnificamente lo stesso, c’è da scommetterci.

    • Franco Ziliani

      febbraio 4, 2013 alle 6:05 pm

      perché non coglie questa simpatica occasione per palesarsi Zakk e partecipare a questa serata? Io ci sarò, e lei?

      • zakk

        febbraio 4, 2013 alle 9:57 pm

        4 motivi:
        -sarò impegnato con altri vini, rossi e piemontesi, e soprattutto in loco. Se vuole faccio l’elenco dei giocattoli che si stapperanno.
        -Ma le pare che io ci tenga ad affrontare una serata con acidità + acidità a briglie sciolte?
        -non vorrei rovinare la serata a nessuno
        -anche fossi libero non ne avrei voglia

        • Franco Ziliani

          febbraio 4, 2013 alle 10:03 pm

          il solito coniglio che si sottrae, con scuse apparentemente valide, al confronto. Lei non ha gli attributi per ripetermi de visu le zakkate che invia sotto forma di commento a questo blog.

          • Zakk

            febbraio 5, 2013 alle 8:34 pm

            Allora me lo dica lei cosa dovrei fare quella sera per esser giustificato (de chè?) della mia assenza.
            Vede Ziliani, io do molto ascolto al mio palato e al mio portafoglio: spendo per quel che mi piace e mi creda, con la pizza il franciacorta ci sta come i cavoli a merenda, me l’ha detto il mio palato. Non solo, il mio palato mi ha detto che di quei vini piemontesi che stapperemo quella sera ne ha davvero bisogno.
            Salumi.

  2. Rino Billia

    febbraio 4, 2013 alle 5:55 pm

    Buongiorno la mia per confermare, l’abbinamento con la pizza non è la birra o ancor peggio la coca cola, l’abbinamento ideale sono le “bollicine”, e se parliamo di Franciacorta chapeau grande nobile abbinamento, la tipologia brut-satèn-rosé…andrebbe scelta in base agli ingredienti che guarniscono la pizza.
    La variante al Franciacorta potrebbe essere Asprigno D’Aversa abbinato con una margherita:
    consistenza tipo napoletana (soffice, croccante e leggermente alta)
    guarnita con pomodori pelati in salsa, mozzarella rigorosamente fiordilatte, foglioline di basilico e un filo di olio di oliva extravergine all’uscita dal forno a legna.

    RB

  3. Pingback: Pizza e Franciacorta: perché. Linee guida per l’abbinamento ad opera del gruppo FAN | Il Prosecco

Lascia un commento

Connect with Facebook