Da Talento a spumante: per Il mio vino le bollicine di Rotari non sono mai Trento Doc


Guardate questa illustrazione, la copertina della rivista mensile Il mio vino, un giornale che si è onorevolmente distinto per la sua battaglia già persa in partenza, da ultimo giapponese barricato e armato sino ai denti nella foresta, per dare un nome unico al metodo classico italiano, l’ultima ridotta, molto meno romantica di quella storica, la ridotta alpina, del Talento.
E’ un’uscita che proclama e celebra, così sembra di capire, i migliori vini dell’anno, sempre secondo l’insindacabile giudizio della rivista proprietà del dinamico (è da poco sbarcato in Cina con un’edizione cinese) Gaetano Manti (uno di cui ho sentito parlare, ma non ricordo dove, ah, ecco, qui…).
Bene, come potete facilmente vedere “spumante” dell’anno è l’AlpeRegis 2007 di Rotari Mezzacorona un vino che io non eleggerei nemmeno “vino della settimana” o del venerdì.
Gusti de Il mio vino a parte una cosa merita di essere, en passant, fatta notare.
La singolare cosa che per Il mio vino, per i suoi titoli e “strilli” di copertina i vini di Rotari non sono mai Trento Doc (come sono sempre stati e come pare che l’azienda ora si sia decisa a presentarli). In passato erano Talento (orrore!) e oggi sono “spumante”: in quale futura vita, in quale migliore battiatianaaltra vita” diventeranno mai, a pieno titolo, Trento Doc?

 

3 commenti

Condividi

3 commenti

  1. Nic Marsél

    gennaio 11, 2013 alle 7:34 pm

    In effetti un giapponese “barricato” non mi attrae per nulla 🙂

  2. Cosimo Piovasco di Rondò

    gennaio 12, 2013 alle 10:41 am

    Oggi avrei voluto scrivere due righe su Sua Maestà Rotari Re delle Alpi, Alpe Regis, avrei voluto scrivere che lo ho bevuto l’altra sera… ma che non sono andato oltre il primo bicchiere… mi sembrò “seduto” su se stesso e in bocca…un vino largone… . beva quasi pari a zero…ma giusto stamattina scopro qui che l’autorevolissima rivista Il Mio Vino, ha strillato questa bottiglia come “Spumante dell’anno”. Bene..vuol dire che di vino non capisco una beatissima fava…quindi oggi anziché scrivere mi dedicherò al Brasile… di cui senz’altro capisco di più..e che è pure più facile da capire…il Brasile… dell’Alpe Regis!

  3. Pingback: Chiude Il mio vino: e l’informazione enoica in Italia è sempre più in difficoltà | Blog di Vino al Vino

Lascia un commento

Connect with Facebook