Trento Doc Brut Forneri 2008 Zanotelli

Denominazione: Trento Doc
Metodo: classico
Uvaggio: Chardonnay

Giudizio:
8


Tra le nuove realtà produttive che stanno cercando di rendere più dinamico, da qualche anno, il panorama del Trento Doc, va segnalata, situata in quella terra da vini bianchi, Müller Thurgau in primis, seguito da Chardonnay, Pinot Grigio, ma recentemente anche Incrocio Manzoni, Kerner e Riesling Renano, che è la Valle di Cembra la piccola azienda agricola Zanotelli, che ha al suo attivo anche la produzione di vini rossi da uve Pinot Nero, Lagrein e naturalmente la Schiava (Vernatsch nel poco lontano Alto Adige), una varietà ancora molto coltivata in Valle di Cembra e che ne caratterizza in gran parte il paesaggio, allevata con la classica forma della “pergola trentina”.
Azienda non piccolissima, visto che gli ettari di proprietà sono circa 15, in larga parte terrazzati. La famiglia Zanotelli è inserita in questo ambiente particolare di viticoltura di montagna (le vigne si trovano tra i 500 ed i 750 metri di altezza) da generazioni, e ha conosciuto da una decina d’anni a questa parte un forte ricambio generazionale con l’entrata in azienda di forze nuove, di giovani preparati sia in campo agronomico che in quello enologico.
Forze nuove che hanno spinto per un grande sforzo di innovazione ed ammodernamento di tutti gli aspetti produttivi, portando ad adottare su tutta la superficie produttiva aziendale il disciplinare di lotta integrata, con il preciso obiettivo di ridurre il numero e la tossicità degli interventi antiparassitari.
Rinnovamento anche nella presentazione delle bottiglie dal gennaio 2007 con la presentazione della nuova linea denominata “le strope”. Un progetto realizzato in collaborazione con l’artista trentino Marco Arman, che ha ideato il nuovo logo prendendo spunto appunto dalla “stropa”, “ovvero il tradizionale modo di legare la vite al suo sostegno mediante un rametto di salice verde. Questa tradizionale pratica di legatura, in parte ancora in uso, riportata in etichetta con forme e colori leggermente diverse per ogni tipo di vino, vuole essere un omaggio al lavoro femminile nei campi (la legatura è un lavoro che, per complessità del nodo e abilità manuale richiesta, era tipicamente assegnato alle donne) e rappresentare simbolicamente quel legame che da sempre unisce l’uomo alla vite, un gesto del passato ma che può far da ponte per un futuro più sostenibile”.
Come gli Zanotelli amano sottolineare, “legare la vigna con i vimini è un atto che racchiude una conoscenza antica tramandata da generazioni lontane. Implica un contatto manuale ed un’abilità che nella ripetizione si adatta singolarmente al tralcio, al sostegno, al filo.
Il movimento è nuovo ogni volta e si esplica in gesti originali e unici, come spesso succede al contadino. E’ cura, attenzione e rispetto, come esige l’arte di amare”.
Il Trento Doc Brut millesimato For4Neri, annata 2008, è l’ultima tappa sinora fatta del loro percorso qualitativo, un metodo classico che nasce dalla selezione di vitigni di sole uve Chardonnay scelte in base alla loro specifica collocazione geografica in termini di esposizione, altitudine e caratteristiche del terreno.
Le condizioni climatiche della Valle di Cembra permettono l’ottenimento di uve che, al momento della vendemmia, presentano un perfetto equilibrio tra maturazione zuccherina, acidica e aromatica”.
Un Blanc de Blanc millesimato dunque, con almeno 30 mesi di permanenza sui lieviti, che in un esemplare con sboccatura 2012 mi ha fornito le seguenti impressioni d’assaggio: colore paglierino di media intensità e brillante, perlage sottile, naso molto fresco, incisivo, con note molto evidenti e fragranti di mela, nocciole e mandorle fresche, fiori bianchi, agrumi e crosta di pane e una nitida vena minerale e petrosa, e uno spiccato fresco, aereo carattere di montagna. Bocca ampia, succosa, rotonda, con una netta prevalenza del frutto maturo, mela ancora in evidenza, pieno, con un certo peso e una notevole rotondità. Bella vena acida, salata, temperata da un morbido ritorno del frutto in retrogusto che attenua spigoli e regala una certa piacevolezza.
Servitelo come aperitivo, ma data la sua buona struttura potrete anche considerarlo come un vino a tutto pasto, da abbinare a piatti a base di pesce, soprattutto d’acqua dolce.

Società Agricola Zanotelli Elio e F.lli
Viale 4 Novembre, 52
38034 Cembra (TN)
telefono: 0461/683131
fax 0461/683131
e-mail aa.zanotelli@inwind.it
sito Internet www.zanotelliwines.com

___________________________________________________________

Attenzione!
non dimenticate di leggere anche Vino al vino

http://www.vinoalvino.org/

1 commento

Condividi

Un commento

  1. orie

    gennaio 3, 2013 alle 9:08 am

    Grazie per l’attenzione Franco, è sempre un piacere leggerti. Buon anno!

Lascia un commento

Connect with Facebook