Condividi

18 commenti

  1. curiosone

    novembre 26, 2012 alle 3:25 pm

    sono curioso di chiederle una cosa. Come mai con questo vino prodotto dal suo amico Maurizio Zanella non ha sospeso il giudizio come ha fatto con il vino dell’altro suo dichiarato amico Giovanni Arcari? Perché non ha usato le stesse “precauzioni”?
    Forse perché doveva leccare il presidente del Consorzio Franciacorta e proprietario di Cà del Bosco?
    E dire che cerca di spacciarsi per libero e indipendente e poi finisce come tanti a lisciare i potenti…

    • Franco Ziliani

      novembre 26, 2012 alle 4:30 pm

      devo una risposta anche a “curiosone” (il solito “coraggioso” che si nasconde dietro ad un nome di fantasia per insultare) e cercherò di darla con pacatezza senza reagire d’istinto come mi verrebbe tanto voglia di fare.
      Perché un trattamento diverso? Semplicemente, cosa facile da capire, anche per i “curiosoni”, perché un conto é il Franciacorta di un’azienda all’esordio assoluto come Arcari & Danesi e un conto il Franciacorta di un’azienda classica, di assoluto riferimento, come Cà del Bosco, un Franciacorta che é ormai diventato un classico, un must della denominazione.
      Ecco perché ho sospeso il giudizio al vino di Arcari e Danesi e non ho avuto problemi a dare la massima valutazione disponibile, come ho già fatto altre volte, per il Brut Vintage Collection di Cà del Bosco.
      Se faccia questo perchè ne sono pienamente convinto, perché credo che si tratti di un Franciacorta eccezionale, o perché devo “lisciare” e tenere buono il presidente del Consorzio, che conosco dal lontano 1984 e che mi onora della sua amicizia, a lei, e ai lettori di questo blog la piena libertà di deciderlo…

    • marco balliana

      novembre 26, 2012 alle 8:25 pm

      bè potenti…non esageriamo mica si parla del gruppo Bildereberg o di Obama eh…tra l’altro la maggioranza di Ca del Bosco è dei Marzotto attraverso Santa Margherita non di Zanella…prodotto ottimo,ma preferivo il vecchio packaging sinceramente..

  2. Gennaro

    novembre 26, 2012 alle 3:26 pm

    ho visto il punteggio massimo che ha dato al vino e ho leggo il suo giudizio entusiastico.
    Lei crede che questo vino sia al livello di un grande Champagne e valga il prezzo elevato al quale viene venduto?

    • Franco Ziliani

      novembre 26, 2012 alle 3:40 pm

      caro Gennaro, credo che lei parta da un presupposto sbagliato e che consideri giusto paragonare e mettere sullo stesso piatto uno Champagne e un Franciacorta. Errore. Sono due prodotti diversi che hanno in comune esclusivamente una metodologia di produzione e qualche volta (in Champagne praticamente non si usa il Pinot bianco, mentre in Franciacorta spesso viene impiegato) il tipo di uve utilizzate.
      Qui finiscono le analogie e cominciano – evviva la differenza! – le differenze che rendono i due “champenoise” profondamente diversi tra loro. A me non interessa dire se questo Brut Vintage Collection sia al livello, superiore o inferiore ad un “grande Champagne”. A me interessa considerarlo in sé e apprezzarne le caratteristiche senza pormi il “problema” se sia migliore o no di uno Champagne.
      Invito anche lei e tutti i lettori di questo blog a fare altrettanto ed entrare in questo ordine di idee.
      Quanto al prezzo, abbastanza elevato, al quale viene venduto, credo che l’elevatissima qualità, da vino assolutamente ai vertici della Docg Franciacorta, lo giustifichi.
      Tra i “premium wines” e le “cuvée de prestige” di Franciacorta credo che sia uno dei vini che maggiormente giustifichi il prezzo importante al quale viene proposto

  3. Rino Billia

    novembre 26, 2012 alle 4:48 pm

    Buonasera a tutti,

    al di la delle sterili polemiche, non capisco che gusto ci sia ad aizzare e polemizzare continuamente, in modo che qualcuno poi ti scriva che sei un cretino boh.

    Franco condivido in pieno il tuo giudizio PROFESSIONALE, sono 2 prodotti da OSCAR!
    Chi avrà la fortuna di assaggiarli vivrà sensazioni splendide.

    RB

  4. Mario Gagliardi

    novembre 27, 2012 alle 7:42 pm

    Gentilissimo Signor Ziliani.
    Bella recensione,vino di rango elevato.

  5. bevo_eno

    novembre 29, 2012 alle 12:13 pm

    ca del bosco, che piaccia o no, fa scuola…

  6. Federico S.

    dicembre 6, 2012 alle 10:17 am

    Gentile Sig. Ziliani, ho avuto occasione di degustare questi ultimi vini della cantina Cà del Bosco nel mese scorso e volevo proporLe il mio pensiero. Secondo Lei è possibile che questi vini dopo solo alcuni mesi dalla sboccatura riescano già ad esprimere al massimo le loro potenzialità?

    • Franco Ziliani

      dicembre 6, 2012 alle 10:24 am

      Federico, secondo me questi vini sono già buoni ora ma saranno ancora migliori – e lo dico per esperienza diretta – tra qualche mese, o addirittura dopo un anno o più dopo dopo la sboccatura.

      • Federico S.

        dicembre 7, 2012 alle 12:48 am

        La ringrazio per la tempestivita’ della Sua risposta!…questo infatti e’ proprio il motivo per cui anch’io nelle mie esperienze degustative sul mio taccuino riservo sempre quella mezza stella che, nelle eccellenze, andrà a completarsi nel tempo!

  7. pinuccio alia

    dicembre 10, 2012 alle 9:03 am

    Condivido il tuo giudizio. ho avuto modo di saggiarli e li ho trovati sublimi. Quanto al ” curiosone”, evidentemente non capisce che scrivere di questi vini e scriverne bene, per te e per tutti quelli che ne scrivono, è un atto dovuto alla storica serietà della Cantina, che da quanto mi risulta da sempre ha prodotto vini di rango elevato.
    e poi scrivere che tu “lecchi” significa oltraggiare l’intelligenza di chi ti legge.
    Se imparassimo a rispettare la Storia di uomini e di Aziende,”i curiosoni” non avrebbero ragione di esistere.Come non esiste chi cerca un secondo fine sempre e comunque.

  8. SEC.TOR

    dicembre 10, 2012 alle 3:50 pm

    sono un grande “tifoso” del Franciacorta Bellavista……lo trovo mediamente,molto piu’ dinamico dei vini di Ca’ del Bosco….sopratutto i millesimati….cosa ne pensa?

    • Franco Ziliani

      dicembre 10, 2012 alle 4:03 pm

      sono notoriamente un fan incondizionato di Cà del Bosco, ma proprio domani mattina sarò in visita da Bellavista per una meditata degustazione di tutti i loro Franciacorta. Le saprò dire presto quindi…

      • SEC.TOR

        dicembre 18, 2012 alle 7:06 pm

        notizie circa la Sua degustazione in Bellavista?

        • Franco Ziliani

          dicembre 18, 2012 alle 7:22 pm

          tempo al tempo! Presto un primo post dedicato ad uno dei vini degustati. Livello complessivo eccellente

          • SEC.TOR

            dicembre 18, 2012 alle 7:33 pm

            lo leggerò con interesse…..grazie 1000 Ziliani

  9. SEC.TOR

    dicembre 18, 2012 alle 7:56 pm

    Se posso vorrei intervenìre circa i prezzi dei Franciacorta in Gdo……sono un agente di commercio, vendo da oltre 20 anni le più grandi Maison di Champagne……ed i prezzi in Gdo sono sempre stati altalenanti, sopratutto nel periodo natalizio…..oltre al fatto che i piccoli Vignerons vendono le loro bottiglie a volte poco sopra i 10 euro…..ma tutto questo non ha mai intaccato ne l’immagine ne il prestigio di tale vino…….!!

Lascia un commento

Connect with Facebook