Verticale di Champagne Nec Plus Ultra Bruno Paillard prossimamente a Milano

Devo proprio mettere in preventivo di “risquer l’émerveillement”, rischiare lo sbalordimento e la meraviglia, adottando lo slogan che questa Maison usa per definire l’esperienza che si fa con i propri Champagne, nell’approcciarmi alla verticale di ben quattro annate, 1990 e a seguire 1995, 1996, 1999, del mitico Nec Plus Ultra di Bruno Paillard, che avrò il privilegio di “vivere” a Milano tra qualche giorno.
Cosa sia questo Champagne, prodotto con estrema, assoluta, certosina pazienza solo nelle annate grandissime, ho già cercato di raccontarlo, circa un anno fa, in questo post dedicato al millesimo 1996.
Un unicum, ottenuto solamente con uve di cinque villaggi del totale dei 17 villaggi Grand Cru, in questo caso Cramant, Chouilly, Verzenay, Bouzy, Mesnil sur Oger, che forniscono il 50% di uve Chardonnay e di Pinot nero utilizzate per la cuvée. Il tutto con un solo obiettivo: “produrre il migliore Champagne possibile”. Utilizzando solo di uve di prima pigiatura, con fermentazione dei vini per 9 mesi in piccole botti, dosaggio ridotto al minimo.
Riuscirò, una volta vissuta questa esperienza “eno-mistica”, a riavermi dall’estasi enoica per provare a raccontare le quattro annate di questo Champagne da leggenda?

6 commenti

Condividi

6 commenti

  1. paolotorchio

    ottobre 1, 2012 alle 7:01 pm

    Che differenza c’è tra il 1996 e il 1996?

    • Franco Ziliani

      ottobre 1, 2012 alle 7:10 pm

      nessuna differenza, errore di battitura da parte mia. L’ultima annata in degustazione é il 1999

  2. Francesco Beghi

    ottobre 1, 2012 alle 7:17 pm

    Uno dei più grandi in assoluto, secondo me.

  3. claudio

    ottobre 2, 2012 alle 8:41 am

    è un’evento su invito per pochi o è possibile partecipare ??

    • Franco Ziliani

      ottobre 2, 2012 alle 8:49 am

      purtroppo é un evento per pochi rigorosamente su invito 🙁

  4. Gianni Pasolini

    ottobre 3, 2012 alle 9:11 am

    Gentile Ziliani…

    La vuole finire di farci venire gola così..???

    🙂

    Buona degustazione!

    Gianni Pasolini
    Osteria a le due spade – Trento

Lascia un commento

Connect with Facebook