Trento Doc Brut Sarnis Viticoltori in Avio

Denominazione: Trento Doc
Metodo: classico
Uvaggio: Chardonnay

Giudizio:
7


Mi sto accorgendo sempre di più che la coerenza, soprattutto per quanto riguarda la comunicazione, nel mondo variegato del metodo classico italiano costituisce un optional.
Così mentre in Franciacorta, nonostante il recente appello del Presidente del Consorzio Maurizio Zanella, che invita a non utilizzare nella comunicazione aziendale i termini generici “bollicine” e “spumante”, continua ad esserci un bel numero di aziende che presentano i loro Franciacorta Docg proprio con questi termini, in Trentino, un sacco di cantine, anche alcune delle più grandi e note, preferiscono presentare i loro Trento Doc non con il nome della denominazione o con il marchio TrentoDoc, bensì come “spumanti”. Come se non potessero contare sulla più antica Doc italiana espressamente dedicata ai vini prodotti con la tecnica della rifermentazione in bottiglia…
La più recente scoperta di questo modo di comunicare pressapochista e pasticciato, che non aiuta di certo questa denominazione trentina, che potrebbe rappresentare la punta di diamante e l’elemento distintivo della produzione vitivinicola locale, a conquistare visibilità presso un consumatore che spesso non è particolarmente informato sulle specificità e le differenze sostanziali tra i tanti prodotti che vengono confusamente presentati come “spumanti”, l’ho avuta cercando qualche notizia sul Trento Doc prodotto da una delle numerose cantine cooperative trentine.
Una Cantina fondata nel 1957, la Cantina sociale Viticoltori in Avio, che abbraccia un vasto territorio posto lungo il fiume Adige, territorio che oggi comprende la parte meridionale della provincia di Trento e quella settentrionale di Verona e si allarga lungo il corso del fiume seguendo le sue anse e le sue curve coperte dei vigneti della bassa Vallagarina trentina e veneta, arriva fino alla Chiusa di Verona e ai pendii del Monte Baldo meridionale e comprende oggi qualcosa come 500 viticoltori che controllano qualcosa come 700 ettari di vigneto.
In larga parte destinati a Pinot grigio e a quella particolare uva autoctona che è l’Enantio, un tempo chiamata “lambrusco a foglia frastagliata” o “ambrusca”, ma anche a Pinot bianco, Marzemino, Lagrein, Chardonnay. Cercando notizie sul metodo classico denominato Sarnis, toponimo con chiaro riferimento storico all’avamposto romano “in Sarnis”, che ospitò gli sposi reali Autari e Teodolinda ancora un secolo dopo la caduta dell’impero romano d’occidente (proprio in quest’area a nord di Avio, i Campi Sarni, nel 589 furono celebrate le nozze del re dei Longobardi Autari con la figlia del re dei Bavari Teodolinda), nella pagina di presentazione dei vini, ho trovato il rinvio allo “spumante Sarnis”, che solo nella sua scarna, super essenziale, direi quasi “reticente” paginetta di presentazione viene definito Trento Doc.
Nessuna indicazione sulla metodologia di produzione, su quale sia il periodo di permanenza sui lieviti, nessuna nota tecnica. Unicamente l’indicazione che il Sarnis è prodotto da uve Chardonnay in purezza.
Un vero peccato questa comunicazione così insufficiente, che sembra denotare anche un non particolare interesse per la produzione di questo vino, perché il Trento Doc Sarnis, non millesimato, di cui ho degustato un campione con sboccatura addirittura 2009, non è davvero niente male, con la sua bella intensità di colore paglierino vivo brillante, il perlage sottile, il naso molto elegante e fresco giocato su note agrumate molto evidenti, venature di frutta secca e mandorla in particolare, con una bella ampiezza e maturità di frutto. Bene anche la bocca, di buona ampiezza e costruzione, il gusto ben secco, nervoso, con una bolla croccante e sapida, molto equilibrato e piacevole con una buona persistenza che chiude su vena di mandorla.
Se vi capita di passare in zona, acquistatelo presso il bel punto vendita della cantina e mettetelo alla prova, servendolo come aperitivo e su antipasti freddi.

Cantina Sociale di Avio
Via Dante, 14 – 38063 Avio (Tn)
Tel. 0464 684008
Fax 0464 684921
e-mail info@viticoltoriinavio.it
sito Internet http://www.viticoltoriinavio.it/

1 commento

Condividi

Un commento

  1. Pingback: Trentino Wine Blog » Rassegna Stampa 3 settembre 2012

Lascia un commento

Connect with Facebook