Rotari Mezzocorona: Cronache di gusto annuncia un “grande evento” per settembre

Fantastico vedere come le cantine potenti, quelle che fanno grandi numeri e hanno magari ampi budget da spendere in pubblicità, trovino facilmente, senza alcuna difficoltà, organi di stampa compiacenti, disposti a magnificare tutto quello che queste Grandi Aziende fanno senza nulla eccepire.
Ultimo esempio di questo atteggiamento molto “disponibile” è la “velina”, pardon l’articolo in stile comunicato stampa, annuncio e megafono, che il sito Internet siciliano Cronache di gusto, diretto da un giornalista che con le grandi aziende e non solo quelle siciliane vanta un notorio feeling, ha pubblicato per annunciare all’universo mondo “una grande scommessa, un mega evento”, parole sue, che una mega cantina cooperativa trentina, con interessi, un po’ discussi, anche in Sicilia, dovrebbe organizzare a settembre.
La cantina è la Rotari emanazione “bollicinara” della potente coop Mezzacorona guidata dalla “dinastia” dei Rizzoli, e l’articolo di Cronache di gusto, che potete leggere qui, anche se annunciato da un titolo apparentemente “inoffensivo”, ovvero “Mezzacorona si tuffa nelle bollicine”, finisce, (involontariamente?) con il suonare come una sorta di proclama e di annuncio quasi pubblicitario.
Questo raccontandoci di un “nuovo vino” in arrivo, di “una grande scommessa”, di “un mega evento di presentazione”, del lancio “di un nuovo spumante”. Un vino su cui “si punterà molto”, “uno chardonnay in purezza che sta sui lieviti ben 48 mesi”, dal nome ancora segreto anche se Cronache di gusto ci assicura “che evocherà in modo netto il territorio e le montagne che circondano i vigneti da cui nasce”.
Un vino che dovrebbe avere il ruolo strategico di “farsi spazio nel mercato delle bollicine con un rapporto qualità-prezzo invidiabile”. Si spera non ancora più basso del prezzo decisamente basso al quale le bollicine Rotari, come ho già più volte segnalato, finiscono sugli scaffali… Per Cronache di gusto il prezzo futuro, definito “molto concorrenziale”, dovrebbe essere inferiore ai venti euro.

E qui la “perla” che il management di Rotari sicuramente gradirà, il riferimento, senza alcuna motivazione o senso logico, con lo Champagne, fatto per rassicurare che questo novello Rotari sarà più conveniente dello Champagne: “Nessun paragone con sua maestà lo champagne ma se si potrà bere bene, molto bene, spendendo la metà o meno della metà rispetto a una bottiglia francese, di questi tempi non fa certamente male”.
Infine l’annuncio conclusivo dell’evento: “a settembre la presentazione con un evento a cui parteciperanno giornalisti da tutto il mondo”. Vogliamo scommettere che il direttore di Cronache di gusto (sulle cui pagine Web campeggiano i banner pubblicitari di Rotari e Feudo Arancio), dopo un articolo di presentazione così… solerte e puntuale, dove mostra un assoluto… Talento nel riuscire a non definire mai le bollicine di Rotari Trento Doc, sarà invitato d’onore?

Lascia un commento

Condividi

Lascia un commento

Connect with Facebook