Un menu a tutto Franciacorta: la proposta dell’Uva Rara di Monticelli Brusati

Ho chiesto ad uno dei più accoglienti e raffinati locali della Franciacorta, l’Hostaria Uva Rara di Monticelli Brusati, ospitata in un antico cascinale del Quattrocento elegantemente ristrutturato, dotata di due sale più un fresco dehor estivo, e attiva dal gennaio 2001 per iniziativa di Daniela e Ennio Zanoletti, che si avvalgono della collaborazione del figlio Alessandro, di proporre ai lettori di Lemillebolleblog, pescando dalla loro ampia carta, con menu degustazione mare, territorio e lago, presente in questo periodo, alcune proposte da servire in abbinamento ai molti Franciacorta Docg che appaiono nella loro carta dei vini.
Questo per dimostrare una volta di più come i metodo classico di questa zona vinicola bresciana possano splendidamente funzionare non solo come fresco aperitivo, ma come ideale accompagnamento, a tutto pasto, di molti piatti della cucina estiva. Provare per credere…

Il menu dell’Hostaria Uva Rara

Antipasto
Sformatino di sarde di lago, con patate e carciofi
le sardine fresche provenienti dalle acque della vicina Montisola, vengono marinate per qualche ora in olio d’oliva extravergine del Sebino e succo di agrumi
abbinamento
Franciacorta Brut

Primo
Risotto con la trota affumicata e sedano croccante
la trota utilizzata “Fario” è proveniente dall’Agroittica Bio San Fiorino in Valle Camonica
abbinamento
Franciacorta Brut Millesimato 2006

Secondo
Luccio del lago, con salsa verde all’iseana
pesce di grande pezzatura, cotto in olio a bassa temperatura e spezzettato delicatamente per separarne la carne dalle numerose spine viene accompagnato da una salsa ottenuta con polvere di capperi essicati, sardine essicate di Montisola, e cipolla dolce, stufata con olio extravergine del Sebino e abbondante prezzemolo
abbinamento
Franciacorta Brut Rosè

dessert
Torta secca alle mandorle
abbinamento
Franciacorta rosè Demi-sec

Hostaria Uva Rara
Via Foina, 42
Monticelli Brusati (BS)
tel. e fax 030 6852643
cell. 335 6442075
sito Internet http://www.hostariauvarara.it/

7 commenti

Condividi

7 commenti

  1. Pingback: Trentino Wine Blog » TRENTODOC: ahahahahahaahahhaah

  2. ffranco

    luglio 27, 2012 alle 7:58 am

    Cosa non si. farebbe per una magnata a sbafo, che vergogna

    • Franco Ziliani

      luglio 27, 2012 alle 9:11 am

      che commento cretino, da parte di un perfetto imbecille…
      Mai stato in quel ristorante, idiota!

  3. ffranco

    luglio 27, 2012 alle 4:37 pm

    Touché, prima o poi ci andrai, voi giornalisti siete abituati a sbafare gratis

    • Franco Ziliani

      luglio 27, 2012 alle 5:00 pm

      anche questo commento conferma la sua assoluta stupidità…

    • Gianpaolo Giacobbo

      luglio 29, 2012 alle 9:43 am

      Caro ffranco un giornalista enogastronomico ha il problema opposto, ossia quello di riuscire a gestire gli inviti da parte di ristoratori e produttori. Se devo andare ad un ristorante per godermi il pranzo ci vado con un amico caro e bevo una bella bottiglia e parlo di frivolezze e sono ben felice di pagarmi il conto.. Andare al ristorante da solo per fare una scheda tecnica o un articolo non è proprio la stessa cosa e in ogni caso il conto si paga lo stesso nella maggior parte dei casi. Accade che qualche ristoratore voglia offrire il pranzo ma questo non è mangiare a sbafo. Mi spiace che ci sia gente come lei che pensa questo della categoria. Ziliani non ha bisogno di essere difeso ma questo suo “commento” lo trovo davvero di cattivo gusto.

  4. Gianpietro

    luglio 27, 2012 alle 4:38 pm

    Io invece ci sono stato, e si mangia veramente bene!
    Se siete in quella zona vi consiglio anche il “Gaudenzi” a Rodengo Saiano, distano 5 minuti l’uno dall’altro.

Lascia un commento

Connect with Facebook