I Franciacorta premiati al Decanter World Wine Award 2012


Buoni risultati per i colori della Franciacorta nell’ambito dell’edizione 2012 del Decanter World Wine Award, il concorso internazionale organizzato dalla rivista britannica Decanter, che quest’anno ha visto la partecipazione di 14.119 vini proposti da 47 Paesi produttori diversi.
Dai risultati complessivi che sono appena stati resi noti oggi, e che sono disponibili in un’apposita sezione del sito Internet della rivista dedicata al wine challenge, si evince che due Franciacorta hanno ricevuto la silver medal, otto la medaglia di bronzo e quattro il diploma di recommended. Ecco l’elenco dei vini premiati:

Argento
Fratelli Berlucchi Satèn 2007

Argento
Fratelli Berlucchi Zero Special Reserve Casa delle Colonne 2005

Bronzo
Barone Pizzini Brut 2008

Bronzo
Barone Pizzini Extra Brut NV

Bronzo
Castello Bonomi Franciacorta millesimato 2006

Bronzo
Castello Bonomi Franciacorta Satèn 2007

Bronzo
Fratelli Berlucchi Brut 2007

Bronzo
Fratelli Berlucchi Brut Special Reserve Casa delle Colonne 2005

Bronzo
Fratelli Berlucchi Pas Dosé 2007

Bronzo
Laudavit Cintus NV

Recommended
Barone Pizzini Brut NV

Recommended
Contadi Castaldi Soul Satèn 2005

Recommended
Fratelli Berlucchi Brut Rosé 2007

Recommended
Lo Sparviere Brut 2007

Nel panorama degli altri metodo classico a denominazione d’origine italiani  si registra una medaglia di bronzo per il Trento Doc Riserva 2007 della Cantina di Isera e un semplice diploma di recommended per l’Oltrepò Pavese metodo classico Testarossa Cruasé 2007 della Cantina La Versa.
Domani pubblicheremo invece il lunghissimo elenco dei Prosecco Doc e Docg che sono stati premiati.

21 commenti

Condividi

21 commenti

  1. Mauro ArdeCore

    maggio 23, 2012 alle 12:12 am

    Nessuno “peso massimo” tra i più titolati, o sbaglio?

    • Giovanni Palazzi

      maggio 23, 2012 alle 1:18 pm

      Ma chi vi ha partecipato ?

  2. Zakk

    maggio 23, 2012 alle 12:48 pm

    Ah ah ah ah ah ah ah ah
    Aiuto, non riesco a smettere ah ah ah ah ah ah di ridere…

    Ah ah ah, ma che valore può avere questo “concorso”? Ah ah ah vi prego bastaaaaaaaaa

    • Franco Ziliani

      maggio 23, 2012 alle 2:56 pm

      francamente non capisco i suoi commenti Zakk: io a puro titolo di cronaca ho segnalato che alcuni Franciacorta sono stati premiati in questo concorso organizzato da una delle più importanti riviste di vino mondiali. Tutto qui. Se poi vuole ridere faccia pure…

  3. Andrea

    maggio 23, 2012 alle 2:20 pm

    E già … Nessun peso massimo….
    Ma forse perche’ era un concorso riservato solamente alle BOLLICINE… e quindi non potevano partecipare

  4. TILLI

    maggio 23, 2012 alle 3:02 pm

    grazie Franco! trattandosi di Decanter, come hai giustamente segnalato a chi non ha di meglio da fare se non perdere tempo con commenti senza senso, è per noi motivo di orgoglio e riconoscimento all’impegno e passione che da sempre mettiamo nel “creare” i nostri Franciacorta.
    e per chi fosse interessato…
    http://www.fratelliberlucchi.it

    • Franco Ziliani

      maggio 23, 2012 alle 3:42 pm

      Eh sì, Tilli, qualche perditempo, già fattosi notare per i propri commenti a senso unico e spesso privi di senso, non perde occasione per mettere in mostra l’insipienza delle proprie, chiamiamole così, “riflessioni”…
      Io credo che dare questa notizia avesse un senso, non trattandosi di un concorsino qualsiasi, ma di quello organizzato da Decanter

      • zakk

        maggio 25, 2012 alle 4:58 pm

        E chi ha criticato la pubblicazione della notizia?
        Io critico l’idea di un concorso organizzato da una rivista pur se ritenuta prestigiosa, e se non ricordo male, Ziliani non era lei che criticava le guide e i loro punteggi? I 3Y, i soli, i grappoli, il vino frutto che frutta, parker e er parker de tufello? O devo capire che certe valutazioni van bene e altre no?E poi che senso ha dire i premiati senza dire con chi hanno “gareggiato” (tra l’altro che tristezza far gareggiaredei vini!)

        • Franco Ziliani

          maggio 25, 2012 alle 5:14 pm

          egregio “Signore” prima di parlare si informi. Io ho semplicemente dato la notizia di una serie di vini, Franciacorta e altri metodo classico, e il giorno dopo Prosecco vari, premiati nell’ambito di un concorso che viene considerato importante. Tutto qui. Il regolamento di questo concorso e di molti altri concorsi non prevede che vengano resi noti i nomi di tutti i vini che hanno partecipato, ma prevede solo che vengano resi noti i premiati. E basta.

          • zakk

            maggio 25, 2012 alle 7:01 pm

            Alla faccia del concorso importante!
            Capisce che se non si sa quali altri vini cocorrevano la classifica lascia il tempo che trova. Conviene sia così visto che oltre l’argento non si va mi pare.

          • Franco Ziliani

            maggio 25, 2012 alle 7:14 pm

            nessuno ha parlato di classifiche. Ho solo dato informazione di una serie di vini italiani che sono stati premiati. La sua polemica é del tutto stucchevole e pretestuosa

          • zakk

            maggio 26, 2012 alle 3:27 pm

            devo farle un disegno? Non critico la notizia, ma critico il concorso.Soprattutto critico, da parte del concorso, dire chi sono i premiati e non dire invece chi sono tutti i partecipanti. Lo capirebbe pure un bambino dell’asilo nido che vincere i 100 metri alle olimpiadi è leggermente divrso dal vincere i 100 metri in una gara dove gli altri son zoppi. Di stucchevole c’è il pensar che io voglia far polemica gratuita soltanto perchè lei sa che non amo i Franciacorta in generale.
            Ci metto il carico da 11: i vini della fratelli Berlucchi mi son sempre sembrati ben fatti anche se non mi sono mai strappato i capelli. Bella anche la visita in cantina accompagnato da gentilissimo personale. Se poi penso ai loro vicini di casa, questi sembrano giganti della qualità.

  5. Andrea

    maggio 23, 2012 alle 4:46 pm

    Colgo l’occasione per farle i complimenti, a lei Sig.ra Tilli e la Sig.ra Pia.
    Ha detto bene, impegno e passione….

  6. Giovanni Palazzi

    maggio 23, 2012 alle 8:26 pm

    Per chi fosse interessato a comprendere il funzionamento di questo concorso e anche, ad esempio, a quali punteggi corrispondano le varie medaglie, consiglio il link :
    http://content.yudu.com/A1v13v/WorldWineAwards2012/resources/8.htm

    • Mario Gagliardi

      maggio 25, 2012 alle 10:06 pm

      a proposito vorrei dire poche parole:penso che il concorso nominato sia cosa seria,come serie sono le aziende Franciacortine che,sono state premiate.e bene ha fatto il Signor Ziliani a darne notizia.

  7. marco

    maggio 26, 2012 alle 2:17 pm

    Buon giorno a tutti
    A lei sig. Andrea sempre vivissimi complimenti perchè con un complimento ha sottolineato la cosa che ci sta venedo a mancare PASSIONE e IMPEGNO come la sig.Tilli
    che non si sa dove sono finiti, solo polemiche …sul nome …sui concorsi….che altro …tra un po perderemo di vista veramente quello che amiamo..o diciamo di amare…non è questo il modo di dimostrare la passione per le bollicine o come si vogliano chiamare
    saluti

  8. Andrea

    maggio 27, 2012 alle 12:07 pm

    Buon giorno a tutti e grazie sempre a lei Sig Marco per le sue parole che non posso far altro che condividere.
    Partendo da una frase di un grande Maestro di vino,di vita e di cultura come Veronelli che asseriva che il vino buono si fa in vigna …
    Invece da molto tempo stiamo assistendo al contrario…
    Ora non si considera più il lavoro che viene fatto con passione e amore dal vignaiolo …. Tanto poi ci pensa la cantina o il merchandising a far diventare per forza di cose grande un vino. Enologi, direttori commerciali,testate giornalistiche,trovate pubblicitarie,guide che danno gamberi,grappoli,stelle,centesimi … Questo e’ quello che vediamo… Il resto non conta… 
    Allora colgo ancora l’occasione per fare i complimenti a tutti quei vignaioli e produttori che fanno con amore a passione il proprio lavoro rimanendo sempre nell’anonimato più completo… 

    • Franco Ziliani

      maggio 27, 2012 alle 12:35 pm

      … e continua la serenata e la “corrispondenza d’amorosi sensi” tra Andrea e Marco… 🙂

  9. Andrea

    maggio 27, 2012 alle 1:33 pm

    Innanzi tutto buon giorno Sig Ziliani
    Meglio una genuina corrispondenza di amorosi sensi come la definisce lei… Che fiumi di parole di gratuita adulazione

    • Franco Ziliani

      maggio 27, 2012 alle 6:41 pm

      “gratuita adulazione” é solo nella sua fervida immaginazione, Andrea… Io non adulo nessuno e tanto meno parlo bene di qualcuno, azienda o vino, senza motivo.

  10. marco

    maggio 28, 2012 alle 11:02 am

    Buon giorno
    dovrò astenermi nel complimentarmi, ma forse condividere ,avere libertà di parola e di pensiero,che mi sembra sia riconosciuta in democrazia,si….o forse non ci è più concesso perchè io come altri non parteggiamo per delle zone particolari e amiamo le bollicine a prescindere dalla zona di produzione….Non parlerà bene ne tanto meno adulerà, ma dare delle punzecchiature gratuite a dei lettori che comunque spesso in disaccordo la continuano a leggere ,lo trovo al quanto privo di fondamento e sterile …perdendo di vista argomentazioni più interessanti…
    Saluti

Lascia un commento

Connect with Facebook