L’azienda Enrico Gatti festeggia le prime 25 vendemmie di grandi emozioni stasera in Franciacorta

Correva l’anno di grazia 1987 quando grazie ad un altro grande amico franciacortino, Aldo Pagnoni, impareggiabile responsabile commerciale della Cavalleri, misi piede per la prima volta nella piccola cantina, oggi cresciuta sino a raggiungere una produzione di circa 130 mila bottiglie, dell’azienda agricola Enrico Gatti di Erbusco, dove operano gli amici Lorenzo Gatti ed Enzo Balzarini, cognati, che continuano l’opera iniziata da Enrico Gatti padre di Lorenzo e di sua sorella Paola nel 1975.
Partiti soprattutto come produttori di eccellenti Franciacorta (poi diventati Terre di Franciacorta e infine Curtefranca) bianco e rosso e di un Cabernet che ebbe un suo momento di notorietà i Gatti, come mi piace chiamarli, sono diventati, come ho scritto recentemente qui, tra i migliori piccoli récoltants-manipulants franciacortini.
Ecco perché non potevo mancare, e sarà per me una grande gioia esserci, stasera, presso la Dispensa pani e vini Franciacorta di Torbiato di Adro, dove opera un altro comune amico, il grande chef Vittorio Fusari, a festeggiare “le prime 25 vendemmie di grandi emozioni” ed il fatto che “la passione per la terra ha dato i suoi frutti”, alla festosa presentazione della collezione Satèn Venticinquesimo della Enrico Gatti.
Per stare bene insieme e bere bene tra amici, per celebrare il primo quarto di secolo di un’attività esemplare per qualità, stile e correttezza, e, perché no?, per stabilire con Lorenzo, Enzo, Paola, Vittorio e tutti gli altri che saranno con noi (sicuramente ricordando con commozione un grande amico che non potrà essere con noi perché ci ha lasciato ad agosto, Francesco Arrigoni), la data per ritrovarci, tra altri venticinque anni, ma de bon!, a festeggiare, con qualche capello bianco in più e una Franciacorta ormai diventata settantacinquenne, il primo mezzo secolo di questa piccola azienda agricola. Auguri!

2 commenti

Condividi

2 commenti

  1. Joseph

    ottobre 31, 2011 alle 2:12 pm

    che bella marketta…markettaro!

    • Franco Ziliani

      ottobre 31, 2011 alle 2:23 pm

      pubblico il suo “commento” con una sola risposta possibile: MA QUANTO E’ IMBECILLE! RAZZA DI CRETINO. Mi piacerebbe tanto fare la sua conoscenza per dirglielo sul muso quanto é idiota. Ma lei é un coniglio e preferisce trincerarsi, da codardo, dietro ad un nickname… Perché non si palesa pubblicamente e mi consente di incontrarla di persona?

Lascia un commento

Connect with Facebook