“Spumante” metodo classico low cost? No grazie! A prezzi stracciati ci sono già troppi Prosecco!

Molto interessante quanto raccontato dal quotidiano di Trento L’Adige in questo articolo, dal titolo molto efficace di “Spumante low cost per battere il Prosecco”.
Ci viene detto che “Da Rovereto alla Piana Rotaliana, spumante gratis come aperitivo d’entrata e a prezzo low cost se bevuto al tavolo e a tutto pasto. Lo spumante di cui stiamo parlando non è uno sparkling wine qualsiasi: è un Talento – Trento Doc che esce dalla maison più prestigiosa di Rovereto, quella di uno dei più vecchi spumantisti italiani: Nello Letrari.
I ristoranti che hanno aderito all’iniziativa sono 4: uno a Rovereto, Tema, due a Trento, Due Spade e Villa Madruzzo, e uno a San Michele, Da Pino.
La promozione, chiamiamola pure così, del Trento Doc gratis e low cost, è partita in ottobre. Poi si vedrà e, forse, ce ne saranno altri, assicurano i due Letrari”.
Leonello Letrari “che fra l’altro quest’anno ha festeggiato il cinquantennale della sua prima bottiglia, il mitico Equipe 5” e delle cui bollicine, che io preferisco definire solo TrentoDoc, e non certo “spumanti” o tantomeno Talento, ho scritto parecchie volte, ad esempio qui, ha avuto un’idea: “lo spumante metodo classico deve diventare uno spumante per tutti. Un po’, facendo tutti i dovuti distinguo perché sono completamente differenti, come è capitato in questi anni per il Prosecco.
Non solo un vino a tutto pasto e per ogni ora del giorno. Ma soprattutto un vino destinato a tutti i consumatori. Solo qualche mese fa, al nostro giornale Letrari aveva consegnato una provocazione: «Invece di fare le feste della birra, facciamo le feste dello spumante a 1 euro»”.
Io non credo, con tutto il rispetto e la venerazione che nutro per Leonello Letrari, che quella delle “feste del metodo classico ad un euro a bicchiere” sia una buona idea, e non penso che il metodo classico, trentino e italiano, debba fare la corsa cercando di tenere il passo del Prosecco (Docg o Doc) che è tutto un altro prodotto.
Con altri costi di produzione, caratteristiche e stile. E altre logiche, soprattutto commerciali. E altri problemi, anche di identità.
Trovo invece che in Trentino e altrove ci siano aziende che stanno prendendo sul serio, già ora, a metà ottobre, l’idea di Letrari di rendere “popolare” il metodo classico. Questo con una politica dei prezzi nel canale della Grande Distribuzione che, già ora, che non siamo ancora sotto Natale, denota una strategia del ribasso.
Qualche esempio? Presto fatto.
Carrefour market
, Speciale vini, offerte valide dal 18 al 30 ottobre. “Spumante” Brut Rotari Talento sconto Spesa amica – 30% ,da 9,99 euro a 6,99. Solo 3,30 euro in più del Müller Thurgau Spumante Cavit (3,69 euro), 2,10 euro in più del Prosecco Docg Marca Oro Valdo (4,89 grazie allo sconto – 30% Spesa amica), 2,80 in meno del Pinot di Pinot Rosé Gancia (4,19 euro).
Esselunga
, campagna Affari d’autunno, validità 13-26 ottobre. “Spumante” (e daje!) metodo classico Brut Millesimato Cesarini Sforza, che viene via con lo sconto Fidaty del 40% a 6,29 euro invece di 10,49.
Infine Auchan, campagna La passione diventa Vino 2011, offerte valide dal 17 al 29 ottobre. Alla pagina “metodo classico e Champagne”, ben separata dalla pagina “spumanti” (che i compilatori siano lettori di Lemillebolleblog?) troviamo il nostro TrentoDoc Rotari Mezzacorona a 6,49 euro, il TrentoDoc Cesarini Sforza a 6,29 euro, il metodo classico Talento Montelera Martini a 6,79. A prezzi normali, 11,99 il TrentoDoc Brut Ferrari, a 15,99 il Rosé Ferrari, a 12,49 la Cuvée Imperiale Demi Sec Guido Berlucchi.

Stracciatissimo anche il prezzo di un Franciacorta di un’azienda che non aderisce, ed é uno dei pochissimi casi, al Consorzio, la Catturich Ducco, 6,89 euro per il Franciacorta Docg Valentinianus, “nostra selezione” di Auchan. Meritano di essere segnalati, perché davvero prezzi da Prosecco con poche pretese, alcuni Prosecco Docg ù proposti da Auchan nel quadro della stessa offerta di cui parlavo più sopra.
3,99 euro per il Prosecco di Conegliano Valdobbiadene Superiore Docg Antico Dogado La Marca, 4,49 per il Prosecco di Valdobbiadene Superiore Docg La Gioiosa, 4,79 per il Prosecco di Conegliano Valdobbiadene Superiore Docg Marca Oro Valdo, 4,89 per il Prosecco di Valdobbiadene Superiore Docg Platinum Gancia, 4,99 per il Prosecco di Conegliano Valdobbiadene Superiore Docg Carpené Malvolti. Mentre viene via a 6,99 il Prosecco di Valdobbiadene Superiore Docg di Mionetto.
A 3,49 invece il Prosecco Treviso Doc Maschio e a 4,99 il Prosecco Doc Martini. Prezzi, quelli dei vari Prosecco Docg, in linea con i 4,79 euro richiesti per l’Asti Docg Fontanafredda, mentre il Müller Thurgau Spumante Cavit viene via a 3,49 euro.

Ecco perché, carissimo Leonello, non credo proprio che anche senza volerne fare dei prodotti esclusivi da happy few non ritengo una mossa valida “proletarizzare”, nel prezzo e nelle modalità di consumo, i TrentoDoc ed i vari metodo classico italiani.
A “prezzi da Prosecco” non ci sono già fin troppi Prosecco?

8 commenti

Condividi

8 commenti

  1. Cinzia Canzian

    ottobre 20, 2011 alle 3:57 pm

    d’accordo.

  2. Mauro Risso

    ottobre 20, 2011 alle 4:36 pm

    Da Eataly a Torino c’è un franciacota a basso prezzo dal nome… FRANCIACORTA imbottigliato da IPS34GXblha blha blha ed uno spumantino dal nome… BOLLICINE anch’esso imbottigliato dal sigla sconosciuta. Alla CRAI ho visto un altro Franciacorta dal nome di fantasia imbottigliato da Villa Crespi ma non marchiato Muratori… a 7€ e qualcosa

  3. zakk

    ottobre 20, 2011 alle 11:33 pm

    che qualcuno abbia le cantine piene?
    Capisco non calare le braghe per vendere, ma a me pare che il problema sia contrario: i prezzi alti di tanti metodo classico italiani che vanno poi a scontrarsi inevitabilmente con il re dei metodo classico, lo champagne. Assodato che quelli sono sempre vincenti da un punto di vista qualitativo, qualcuno spera di batterli sul prezzo.
    Poi la questione delle offerte nella GDO è da vedere sotto altra angolatura: se il produttore xxx decide di fornire la GDO sa che ci sono regole alle quali sottostare, tra cui anche alcuni periodi promozionali a proprio carico in parte o per intero.

  4. Joseph

    ottobre 21, 2011 alle 7:14 pm

    Muratori svende i suoi prodotti…
    Inutile pubblicizzarli e dire che sono ottimi, quando ha la cantina piena!
    Ziliani docet…
    Poi trovi anche un Franciacorta a Roma fatto per dei locali e ristoranti, anche a Milano, anche a Venezia e a Firenze…ma questo non è un problema!

  5. roberto

    ottobre 31, 2011 alle 1:21 am

    Caro Franco un’amico mi ha detto che c’é in commercio vino a 0.99 Euro Io non lo so resto basito e tu cosa ne pensi?

  6. Pingback: Rotari Mezzocorona: Cronache di gusto annuncia un “grande evento” per settembre | Il Prosecco

  7. alessandro

    agosto 15, 2017 alle 10:22 am

    il problema persistera’ fino a quando non sara’ obbligatorio (utopistico) la dichiarazione degli ingredienti.

Lascia un commento

Connect with Facebook