TrentoDoc Brut 2007 Opera vitivinicola in Val di Cembra

Denominazione: Trento Doc
Metodo: classico
Uvaggio: Chardonnay

Giudizio:
7


Interessanti progetti imprenditoriali nascono in Trentino in una delle zone storicamente più vocate alla viticoltura, la magnifica Valle di Cembra posta a cavallo tra i meandri dell’asta dell’Adige, le magie dolomitiche delle valli di Fiemme e Fassa ed il fascino selvaggio della catena del Lagorai.
Situata a poca distanza da Trento, verso nord, quella di Cembre è una sorta di stretta valle a V, “modellata dall’azione erosiva del torrente Avisio che ha provocato una profonda incisione nella piattaforma porfirica atesina con versanti a pendenza molto elevata, in cui le superfici vitate sono localizzate maggiormente in destra orografica, meglio esposta al sole”.
La tradizione della vite in valle di Cembra vanta almeno tremila anni di Storia e considerato che é raro in tutta la valle di Cembra un solo metro di vigneto in piano, tutta la superficie vitata, circa 600 ettari, è costituita da arditi terrazzamenti sostenuti da una ragnatela infinita di muretti a secco che hanno conquistato spazi inesistenti, rubati alla verticalità delle ripe della montagna.
Da un punto di vista climatico, la valle è costantemente ventilata e percorsa in tutta la sua lunghezza da venti: in autunno il fohn settentrionale, caldo ed asciutto, in inverno e primavera invece il fohn meridionale, caldo ed umido. La tramontana soffia nelle ore notturne. Durante i mesi estivi la brezza di valle è rinforzata dall’Ora del Garda che rende asciutto il microclima locale conferendogli quel carattere che ben si presta alla coltivazione della vite”.
In questa valle che siamo abituati a considerare come la capitale del miglior Müller Thurgau trentino e forse italiano, qualcuno ha pensato di produrre Trento Doc.
Si tratta di due imprenditori, Alfio Garzetti e Bruno Zanotelli, che uniti dalla passione per il vino e da un progetto di valorizzazione del proprio territorio di origine hanno creato la cantina Opera Vitivinicola in Valdicembra a Verla di Giovo, mediante un progetto architettonico di recupero ed ampliamento della cantina Napoleone Rossi, la più antica in Val di Cembra, fondata nell’800 e chiusa in anni recenti.
Due i TrentoDoc prodotti e da me recentemente degustati. Un TrentoDoc Rosé, da uve Chardonnay 55% e Pinot nero 45%, e un millesimato Trento Doc ottenuto con uve Chardonnay in purezza.
Il Rosé, ottenuto con una vinificazione che prevede caricamento in pressa di uva intera, pressatura soffice in bianco con resa del 60% e utilizzo solo del mosto fiore per lo Chardonnay, macerazione a freddo e successiva lenta pressatura soffice senza fasi di rotazione della pressa per il Pinot nero e fermentazine in acciaio, non mi ha convinto più di tanto: colore spento e triste, un buccia di cipolla grigiastro che mette malinconia, un naso decisamente più fine ed espressivo con una certa freschezza e sapidità non molto ricco e ampio ma preciso, bocca molle, spenta, senza slancio, monocorde con una vena leggermente dolce da vino prevedibile non di grande personalità e media piacevolezza facile, un po’ “ruffiano” e poco interessante.
Decisamente meglio le cose per il Brut millesimato 2007, che trovo adatto come aperitivo ed eventualmente in accompagnamento ad antipasti freddi.
Colore un paglierino un po’ spento non di particolare brillantezza e vivacità, naso decisamente su note fruttate mature di mela corredate da accenni di fiori bianchi e nocciola fresca, bocca molto lineare un po’ semplice, con acidità importante che spinge non corredata da una materia particolarmente corposa, ma gusto fresco, vivo, sapido e nervoso che facilita la beva.

Opera Vitivinicola in Val di Cembra
via Tre Novembre 8
Verla di Giovo TN
tel: 0461 684302
E-mail: info@operavaldicembra.it
Sito Internet http://operavaldicembra.it/

 

 

Lascia un commento

Condividi

Lascia un commento

Connect with Facebook